BRONTE: «BUTTIAMO LA VECCHIA PALESTRA E COSTRUIAMO IL PALASPORT»

«Nel plesso della scuola media “Castiglione” buttiamo giù la vecchia palestra in muratura che non è antisismica e smontiamo la tensostruttura che non è agibile. Al loro posto realizziamo un nuovo e funzionale Palazzetto dello sport a servizio della scuola e della città». È l’idea del sindaco di Bronte, avv. Graziano Calanna, che ha chiesto agli uffici di partecipare al bando del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca sulla “messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici pubblici scolastici”. Costo dell’intera operazione ben 3 milioni e 150mila euro, che il Comune conta di reperire attraverso i fondi europei previsti nel Po Fers 2014-20120. «Con il progettista del nuovo impianto, l’ing. Angelo Bonaccorso –ci spiega il sindaco – abbiamo studiato diverse ipotesi per realizzare questa nuova struttura. Alla fine il bando del Miur ci è sembrato perfetto per le nostre esigenze. Se finanziato, daremo a nostri studenti un impianto sportivo moderno e funzionale». La tensostruttura realizzata circa 30 anni fa, infatti, necessitava di notevoli lavori manutenzione e fra questi la sostituzione del telone, mentre la palestra in muratura, realizzata negli anni 60, non è stata costruita con i criteri previsti dalle nuove normative antisismiche ed andava adeguata. «Così – continua il sindaco – essendo le due strutture vicine, abbiamo deciso di abbatterle e realizzare una palestra grande come un Palazzetto in grado di poter ospitare anche eventi sportivi di rilievo». Il nuovo palazzetto, infatti, prevede la realizzazione di ben tre impianti sportivi indipendenti, due a servizio della scuola ed uno dotato di tutti i requisiti per ospitare manifestazioni sportive di rilievo. Ovviamente è previsto il completo abbattimento delle barriere architettoniche ed i materiali previsti guardano il risparmio energetico. Ed il progetto, già approvato dalla Giunta municipale, è già stato inviato alla Regione. «Io – conclude Graziano Calanna – ringrazio l’Ufficio tecnico ed il suo dirigente, ing. Salvatore Caudullo, per aver completato l’iter e l’ing. Angelo Bonaccorso per il progetto del nuovo Palazzetto che, avendo accesso dal parcheggio adiacente al Parco urbano, permette la sosta delle auto e di essere accessibile anche quando la scuola è chiusa». Fonte “La Sicilia” del 09-03-2018