BRONTE: BOTTI VIETATI PER CAPODANNO

Niente “botti” per Capodanno a Bronte. Il sindaco, sen. Pino Firrarello, ha firmato un’ordinanza che vieta la “vendita e l’uso di petardi e oggetti esplodenti di ogni genere e categoria durante i festeggiamenti di questo fine anno e del carnevale 2009”. Chi trasgredisce sarà punito con una sanzione amministrativa pari a 200 euro. Il provvedimento sindacale è possibile grazie ad una legge approvata dal Parlamento nel luglio scorso, che consente ai Sindaci di adottare provvedimenti al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana. “Spesso dei minori – ci dice il sindaco Firrarello – legano tra loro piccoli petardi all’apparenza innocui per farli esplodere contemporaneamente aumentandone la pericolosità. Per questo – conclude –  ci è sembrato necessario emanare questo provvedimento contingibile ed urgente, per evitare che ci si faccia male, come accaduto in passato”. “I fuochi pirotecnici innocui che non esplodono – aggiunge l’assessore Luigi Putrino che ha sostenuto l’ordinanza – potranno essere utilizzati. Il provvedimento ha effetto durante le due feste, quando se ne fa un uso massiccio. Durante gli altri giorni si torna alla normalità”. L’assessore Putrino, infine, ha fatto predisporre al comandante della Polizia municipale servizi mirati. Durante un vertice interforze tenuto in Comune alla presenza del vice sindaco, avv. Nunzio Calanna, è stata chiesta la collaborazione delle altre forze di Polizia.   

L’Ufficio Stampa Associazione dei Comuni