A MALETTO AUTOVETTURA SI RIBALTA FERITI LA MAMMA E DUE BAMBINI – LE FOTO

watermarked-IMG_20170210_082137Due incidenti si sono verificati stamattina sulla Ss 284, con dinamiche e modalità diverse. Il primo è avvenuto intorno alle 5 del mattino, nel tratto tra Biancavilla ed Adrano, con un tamponamento a catena che ha coinvolto tre vetture nella direzione che và da Catania verso Adrano. Solo uno dei conducenti dei tre mezzi, ha riportato delle ferite tali da essere trasportato in ospedale, ma comunque nulla di grave. Sul posto, oltre al 118, anche i Vigili del Fuoco di Adrano, che hanno rimesso la strada in sicurezza, ed i carabinieri. Incidente molto più serio, invece, tra Maletto e Bronte, al km 9,500 avvenuto poco prima delle 8. Una signora di 35 anni, che accompagnava i suoi due figli di 12 e 10 anni a scuola a Bronte, a bordo di una Opel Frontera, a causa del ghiaccio formatosi sulla sede stradale, ha perso il controllo del mezzo, finendo prima contro un muro e poi ribaltandosi. L’urto è stato inevitabile, la signora, pensando a proteggere i bambini, non ha cercato di tenere in strada la vettura, che anche a causa del terreno sconnesso, dopo l’urto si è ribaltata su un fianco. Alcuni passanti, si sono fermati ad aiutare i feriti, tirando fuori la mamma e il figlio dal pesante mezzo, per uscire la bambina, invece, è stato più difficoltoso, a causa di dolori alla gamba. Sul posto le ambulanze del 118 di Bronte e Maletto, ed i vigili del fuoco di Maletto, oltre ad una pattuglia della Polizia Municipale. I tre feriti, sono stati portati al Pronto soccorso dell’ospedale di Bronte, solo la bambina mostrava dolori ad una gamba tali da fare pensare ad una eventuale frattura. Solo lievi traumi, invece, per la mamma ed il fratellino. I tre sono comunque sono stati messi sotto osservazione in ospedale, anche se le loro condizioni non sono tali da creare preoccupazioni. Altre tre vetture, sempre a causa del ghiaccio, hanno sbandato nello stesso tratto di strada, che stamattina, con la rugiada caduta, si è trasformato in una pista di pattinaggio, e non vi era traccia di sale o di intervento del personale Anas. Polemiche sollevate anche da tanti altri automobilisti, che nel tratto dal km 9 al km 10, hanno riscontrato la presenza di ghiaccio, lamentando il fatto che nessuno aveva provveduto né a controllare, né tanto meno a far spargere del sale sul tratto in questione, creando una situazione di pericolo. R. P Fonte “La Sicilia” del 11-02-2017

thumbnail_SMILE 12x3