CALCIO LOCALE: IL BRONTE SI FERMA SUL MURO DEL MOTTA – LE FOTO

0

La storia si ripete, come lo scorso anno il Bronte si affaccia in paradiso ma torna indietro, non riuscendo a tagliare un traguardo posto a pochi metri, battuto allo sprint dalla sfortuna, e da un Motta che ha vinto non oggi, ma nella partita di ritorno a Bronte, pareggiata grazie ad un eurogol oltre il 90’ che gli ha regalato il secondo posto e la possibilità di giocare in casa, su un terreno imprevedibile dove poco conta la tecnica. Il Bronte ha avuto le sue buone occasioni, fallite da giocatori di spessore, che hanno sprecato palle d’oro. E’ la legge del calcio, che non perdona gli errori e che spesso vede Davide vincere contro Golia. Stavolta non è stato così, il Motta, che ha speso molto più del Bronte per la stagione, ha avuto la meglio, tra una cornice di pubblico degna di altre categorie. Il Bronte in questo ha sicuramente vinto, riuscendo a fare diventare la partita un appuntamento per tanti tifosi, come una volta, prima dell’avvento di Sky e del calcio in tv. Un valore aggiunto da coltivare e riproporre il prossimo anno per dare la spinta vincente ad una buona squadra. Ripartire dai tifosi,  dalla gradinata Tano Scala che ha voluto onorare la memoria di un grande calciatore brontese scomparso troppo presto, anche ieri numerosi e al fianco della squadra e dai tanti giovani cresciuti quest’anno. Ripartire facendo tesoro degli errori fatali di questi ultimi due anni. Lo merita Bronte, i brontesi e tutti, calciatori, società, sponsor e tifosi, che giorno dopo giorno si spendono per difendere la maglia che rappresenta la propria città:

MOTTA – BRONTE 1-0

MOTTA: Liotta, Zumbo, Grasso, Torre (88’Ensabella), Platania, Coniglio, Rugeri, Giuffrida, Belluso, Montalto (82’ Scavuzzo), Grillo. All. Rugeri;

BRONTE: Gangi; Merito, Scafiti, Basile, Saccullo F.; Catania F., Sanfilippo (75’ E. Salanitri), Saitta (89’ Capace); Ruffino, Ciraldo (63’ G. Catania), Saccullo M., All.Catania G.- Orefice.

ARBITRO: Merendino di Messina.

RETI: 51’ Montalto.

MOTTA SANT’ANASTASIA. Il Motta riesce ad avere la meglio nel derby contro il Ciclope Bronte e conquista la finalissima per lo spareggio promozione. La squadra di mister Rugeri prosegue l’ottimo momento rispettando il fattore casa, mentre il Bronte ha provato soprattutto nella ripresa ad impensierire la retroguardia locale ma senza trovare fortuna. Davanti ad una bella cornice di pubblico molto colorata per entrambe le tifoserie, inizia meglio la squadra di casa. L’Fc Motta si affida alle giocate di Montalto, che scende spesso a prendere palla per ispirare le azioni mottesi negli ultimi 20 metri. Nella ripresa dopo pochi minuti cambia il risultato: angolo per i padroni di casa, la palla su ribattuta arriva sui piedi di Montalto che non deve fare altro che ribadire in rete per il decisivo 1-0. Il Bronte però, subito il gol e avendo un solo risultato utile per il passaggio del turno si riversa in avanti. Occasione al 60’ per Catania, ma il suo piattone al volo termina alto sopra la traversa. Il momento è favorevole per gli ospiti che ci provano con Saccullo e Ruffino ma senza trovare il gol della speranza. Al 72’ Torre direttamente su punizione sfiora l’eurogol, ma il pallone scheggia la traversa. Il Motta si difende bene e mantiene fino al 90’ il vantaggio che consente loro di giocarsi la promozione nello scontro con il Villabate. “Ci aspettavamo un Bronte così forte – dichiara la coppia di tecnici del Motta Filippo Rugeri e Mario Patti – ci hanno messo in difficoltà e sapevamo che non sarebbe stato facile. La nostra è stata una scalata, dopo la sconfitta contro il Piazza Armerina ci siamo compattati e abbiamo iniziato il nostro cammino. Gruppo fantastico speriamo di concludere in bellezza”. “Siamo venuti per giocare a calcio – dichiara Gianluca Catania del Ciclope Bronte – ma risulta difficile in un campo così. Anche se non vuole essere un alibi. Abbiamo costruito ma subendo gol tutto diventa più difficile. Faccio i complimenti al Motta che ha meritato la finale”. Davide Caltabiano Fonte “La Sicilia” del 08-05-2017

SECONDA CATEGORIA GIRONE “E” RISULTATI E CLASSIFICA

Linguaglossa – Atl. Aci San Filippo   4-4

New Randazzo – Atl. Taormina          5-3

Akron Savoca – Calcio Giarre            0-3

Graniti – Zafferana                              4-0

Limina – Pasteria                                 3-3

Pisano – Santa Domenica                    2-0

Riposa: Agostiniana

CLASSIFICA: Pisano 62 punti; S. Domenica Vitt. 55 punti; Linguaglossa 50 punti; Giarre 39 punti;  Agostiniana 36 punti; Limina 33 punti; Aci San Filippo 25 punti; Akron Savoca  e Graniti 24 punti; Pasteria 23 punti; Atl. Taormina 22 punti; Zafferana  21 punti; New Randazzo 16 punti;

PROMOSSO IN PRIMA CATEGORIA : PISANO CALCIO

FINALE PLAY OFF   SANTA DOMENICA – LINGUAGLOSSA

RETROCESSA: NEW RANDAZZO

TERZA CATEGORIA GIRONE “A” CATANIA – RISULTATI

PROMOSSA : LAVINAIO

SEMIFINALE PLAYOFF:  GIOVANILE MASCALI – LIB. CERAMI  4-1

FINALE PLAYOFF : RIPOSTO – GIOVANILE MASCALI