TROINA: ARRESTATI DUE PRESUNTI PIROMANI, IERI GIORNATA DI INCENDI

Mentre gran parte della Sicilia brucia, due presunti piromani sono stati arrestati ieri dai carabinieri di Troina. Si tratta di un 80enne originario di Cesarò, e di un 25 enne albanese, entrambi allevatori. La posizione dei due, è al momento al vaglio della Magistratura, in attesa di ulteriori sviluppi, dalle prime informazioni, sembra che i due siano stati sorpresi mentre appiccavano il fuoco ai bordi della Ss. 120 tra Troina e Cesarò, in una zona protetta ricadente nel Parco dei Nebrodi. Alla vista dei militari, i due hanno tentato la fuga, ma sono stati immediatamente bloccati. Sembra che, a seguito di perquisizione, siano stati trovati inneschi e piccole taniche contenenti carburante e vari accendini. I due sono stati posti in stato di fermo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Anche ieri giornata di incendi in zona, a Randazzo oltre 600 ettari di terreno sono andati in fiamme nelle contrade di Baiardo e Rocca Bellia, le fiamme sono entrate anche nel demanio, distruggendone 30 ettari. Per domare le fiamme, oltre alle squadre di terra della Forestale e dei Vigili del Fuoco, sono intervenuti due mezzi aerei che hanno effettuato oltre 60 lanci. Fuoco anche in contrada Petraro a Linguaglossa e a Piano Milio in territorio di Biancavilla.