SS. 284: E’ LOTTA CONTRO IL TEMPO PER IL NUOVO TRATTO L’ANAS: “SARA’ INAUGURATO TRA LUGLIO E AGOSTO”

0

Chiunque passi dal cantiere del tratto Bronte-Adrano della Ss 284 ha l’impressione che la fine dei lavori sia ancora lontana mesi e mesi. In molti tratti si scava ancora, ruspe e caterpillar muovono terra in continuazione, ed enormi Tir trasportano le volte delle gallerie artificiali. Lavori che di solito per essere completati ci vogliono mesi. «L’inaugurazione del nuovo tratto di strada è previsto nella settimana a cavallo fra la fine di luglio e l’inizio di agosto – taglia corto l’ufficio stampa dell’Anas -. Prima era stato deciso di inaugurare la parte già completa Bronte Saragoddio ma, successivamente, è stato deciso di fare una sola inaugurazione». La voce ufficiale dell’Ente nazionale delle strade dice pure che l’Ati “Cogip-Pavesi”, che sta realizzando i lavori, ha aumentato di un terzo il numero degli operai (prima erano circa 80 ora sono 120), con il cantiere che rimane aperto non solo il sabato e la domenica, ma anche durante la notte. In effetti questo è l’aspetto che si nota di più, un continuo brulicare di operai al lavoro nel polveroso cantiere sia sotto la luce delle fotoelettriche, sia quando le temperature sfiorano i 40 gradi, come in questi giorni. Il capocantiere Alfio Camarda ha il suo bel da fare per gestire turni h24, ma lui stesso e i suoi uomini mostrano fiducia e sono convinti di potere compiere l’impresa. Attualmente il grosso degli operai sta lavorando per completare la galleria artificiale “Ciapparo”. Le prime volte prefabbricate sono state già montate, ma in profondità si nota ancora come ci sia un enorme muro da scavare. Anche l’équipe tecnica – composta dal direttore del lavori, l’ing. Cristiano Fogliano dell’Anas, dal suo assistente, l’ing. Antonino Urso e dall’ispettore di cantiere, Giuseppe Annibale, che operano assieme ai direttori operativi Giovanni Di Maria e Salvatore Gueli e all’ing. Giuseppe Musotto e il geom. Salvatore Coniglio dell’impresa – è quasi sempre in cantiere. Insomma sembra quasi una sfida contro il tempo, che tutti vogliono vincere. «Agli ingegneri e agli operai non possiamo che rivolgere il nostro grazie e la nostra ammirazione – ha affermato il sindaco di Bronte, Pino Firrarello, che nelle vesti di senatore ha fatto finanziare l’opera -. Aspettiamo con trepidazione il giorno dell’inaugurazione. Segnerà il passaggio dal vecchio al nuovo sistema di mobilità su gomma verso il versante nord dell’Etna, che sarà completo quando verranno realizzati il 2° lotto della Ss 284, ovvero il tratto di Adrano che a ottobre sarà appaltato e la bretella di collegamento con la zona artigianale di Bronte». Finita la realizzazione della galleria, si dovrà completare il setto stradale della parte verso Adrano, la sistemazione degli innesti della nuova strada con il vecchio tracciato. Infine, bisognerà procedere alle varie fasi della pavimentazione e procedere ai collaudi. Agosto è alle porte: la sfida contro il tempo continua.

Strada a 2 corsie appalto da 25 mln
Il primo lotto dei lavori di ammodernamento della Ss 284, nel tratto Bronte- Adrano, sono iniziati il 7 maggio 2010. L’Anas ha aggiudicato l’appalto integrato, dell’importo complessivo di circa 25 milioni di euro, all’Ati (Associazione temporanea di impresa) Ing. Pavesi & C. Spa, Franco Giuseppe Srl, Nuova Costruzione Siciliana Scarle Cogip Spa, che sta realizzando 3,8 km di strada completamente nuova, lasciando il tracciato esistente al servizio dei fondi agricoli. Il nuovo tracciato prevede una strada a 2 corsie di 3,75 metri ciascuna 2 viadotti e 3 gallerie.

L.S. Fonte “La Sicilia” del 26-06-2012