RANDAZZO: “POTENZIARE I SERVIZI DEL PTE”

0

C’è condivisione di idee e di opinioni fra l’Asp 3 di Catania e il comune di Randazzo sulle criticità del servizio di emergenza urgenza al 118 di Randazzo. Questo l’esito del vertice che si è tenuto a Catania fra il sindaco, Ernesto Del Campo ed il commissario dell’Asp Gaetano Sirna. Il primo cittadino di Randazzo, insieme con il presidente del Consiglio comunale, Lucio Rubbino, dell’assessore Mario Caggegi e dei consiglieri Umberto Proietto e Nino Grillo, infatti, ha incontrato il commissario per chiedere più infermieri e autisti soccorritori, l’auto medica e soprattutto il finanziamento dell’elisuperficie notturna. «Il Commissario, – ha affermato Del Campo – che ringrazio per aver accolto la richiesta di incontro, ha condiviso insieme con noi la necessità di dover potenziare il Punto territoriale di emergenza, organizzando meglio turni e servizi degli infermieri ed assicurando il suo impegno affinché l’elisuperficie di Randazzo, considerata importantissima per questo territorio, possa rientrare in qualche piano di finanziamento».  «Per la comunità di Randazzo – ha aggiunto il presidente Lucio Rubbino – è fondamentale che l’Asp garantisca il proprio impegno. Noi vigileremo e chiederemo alla Sues (la società che gestisce il 118) di aumentare il numero degli autisti soccorritori in servizio». «Non so se l’incontro è stato proficuo o meno. – aggiunge il consigliere Proietto – Certo Sirna ha ammesso che questo territorio, rispetto ad altri, è più svantaggiato. Gli ho chiesto di venire a Randazzo e prendere impegni reali, perché non è possibile che il 118 presti soccorso a casi gravi con ambulanze senza medico a bordo».

Gaetano Guidotto fonte “La Sicilia” del 21-06-2012