RANDAZZO: LAVORI A RITMO SERRATO LUNGO LA TRATTA FERROVIARIA DELLA FCE

0

Lavori a ritmo serrato lungo la tratta ferroviaria della Ferrovia Circumetnea Randazzo-Riposto, per rispettare una rigida tabella di marcia che prevede il ripristino della tratta all’inizio dell’anno scolastico, come ci conferma il commissario della Fce, ing. Mario Spampinato: «Fino a oggi – afferma il commissario – l’impresa è riuscita a rispettare la tabella di marcia. Incrociamo le dita per i prossimi giorni, ma ritengo che le condizioni per far viaggiare i tanti studenti pendolari che si recano a Giarre in treno ci sono tutte». Poi il commissario ci mostra tutti i lavori che nel tratto Randazzo Riposto si stanno completando: «Nel tratto Randazzo-Rovittello – spiega l’ing. Spampinato – stiamo realizzando un nuovo tracciato al fine di migliorare le condizioni di sicurezza e regolarità dell’esercizio ferroviario. Le rettifiche principali sono subito dopo la stazione di Randazzo dove una serie di curve strette verranno eliminate e a Solicchiata, dove, oltre a eliminare le curve, una galleria sostituirà un passaggio a livello». «Ovviamente – continua – tutto l’armamento verrà sostituito. Visto la mole di lavoro era necessario sospendere l’esercizio ferroviario».  L’importo complessivo dei lavori è di 6 milioni e 355 mila euro, ma lungo la tratta Randazzo-Riposto ci sono altri cantieri aperti. «Proprio così – prosegue l’ing. Spampinato – con 4 milioni di euro stiamo rinnovando 5 chilometri di binario fra Rovitello e Linguaglossa e approfittando dell’interruzione dell’esercizio ferroviario, stiamo procedendo alle revisione della sovrastruttura ferroviaria, sostituendo le traverse ormai logore ed allineando i binari soprattutto tra la stazione di Piedimonte Etneo e la galleria di San Basilio, tra la fermata Santa Venera la stazione di Mascali, tra la stazione di Linguaglossa e la fermata di Terremorte, tra la stazione di Moio ed il casello 75». «Ci sono poi – prosegue Spampinato – i lavori di consolidamento ai margini della rete ferroviaria a Piedimonte Etneo e in prossimità della fermata Cumula che ci permetteranno di far viaggiare i nostri passeggeri in maggiore sicurezza». Un lavoro imponente dunque cui si aggiunge anche la sostituzione di 4 passaggi a livello della vecchia generazione con nuovi impianti automatici. La Tratta Randazzo – Riposto ricopre per la Fce un’importanza strategica. D’estate, infatti, collegando il porto di Riposto con la montagna ha una grande importanza dal punto di vista turistico, anche perché attraversa tutti i Comuni alle falde del versante nord est dell’Etna. D’inverno, invece, è il vettore privilegiato dei circa 250 studenti che devono ogni mattina raggiungere gli istituti superiori di Giarre e Riposto per poi ritornare nei propri paesi.

Gaetano Guidotto