RANDAZZO: FERMATO IN CENTRO CON 40 KG DI PESCE DENUNCIATO UN ABUSIVO DI PATERNO’

Trasportava 40 chili di pesce senza le dovute autorizzazioni con un furgone privo di tutti gli accorgimenti tecnici necessari per garantire la sua freschezza. Purtroppo per lui i carabinieri lo hanno fermato e denunciato. Si tratta di un giovane incensurato di 21 anni residente a Paternò che da qualche giorno, con il suo Fiat Fiorino, si recava a Randazzo nel tentativo di vendere il pesce. Ieri l’altro però, appena è arrivato in centro, prima che potesse esporre la sua mercanzia, i carabinieri lo hanno fermato. Dal controllo è emerso che il furgoncino, con cui trasportava pesce, era privo delle necessarie autorizzazioni e che il pesce era in carenti condizioni igienico sanitarie, privo della tracciabilità e delle previste autorizzazioni sanitarie. I militari dell’Arma hanno avvertito i veterinari dell’Asp, che hanno consegnato il pesce alla Polizia ambientale di Randazzo, incaricata della sua distruzione. I carabinieri durante la perquisizione dell’automezzo hanno trovato sul sedile anteriore di una stecca da biliardo. Per i carabinieri un oggetto pericoloso, di conseguenza il giovane è stato denunciato per detenzione di “oggetti atti ad offendere”

Fonte “La Sicilia” del 26-08-2012