RANDAZZO: CASE POPOLARI PROPOSTA LA CESSIONE ALL’IACP

«Il Comune di Randazzo non ha fondi per gestire al meglio le proprie case popolari? Sigliamo un protocollo d’intesa affinché queste vengano cedute all’Iacp, (Istituto autonomo case popolari, di Catania) che meglio del Comune è attrezzato per effettuare gestione e manutenzione degli immobili». E’ la proposta del commissario dell’Iacp di Catania, Cettina Foti, che, conoscendo le esigue capacità economiche del Comune di Randazzo, essendone anche consigliere comunale, ha lanciato la proposta. «Ho già espresso questo mio desiderio al direttore dell’Iacp –dice – il quale mi ha assicurato che non è poi così impossibile da realizzare. In questo modo riusciremo a raggiungere due obbiettivi: il primo è che affideremo la gestione degli edifici popolari a un ente che è sicuramente più preparato e attrezzato nel compito, inoltre sgraveremo il Comune di Randazzo da impegni che in questo  difficile momento economico non riesce a portare a termine». E al sindaco di Randazzo, Michele Mangione, questa idea non è dispiaciuta: «In verità già 2 anni fa avevo sentito che esisteva questa possibilità – afferma – e avevo già avuto delle interlocuzioni con gli Uffici del Comune. Non c’è dubbio che per il Comune sarebbe conveniente. Spesso si deve affrontare morosità degli utenti che risolviamo con gli interventi degli avvocati, i che comunque costano. C’è poi l’aspetto delle manutenzioni, capitolo anche questo costoso. Raramente, infatti, è possibile intervenire in economia. Non sono contrario quindi, anche se andrebbero  approfonditi i pro e contro». GAETANO GUIDOTTO Fonte “La Sicilia” del 21-10-2017

RANDAZZO ESCURSIONE SULLE LAVE DEL 1981 – Nel contesto della Settimana del Pianeta Terra, giunta alla quinta edizizone,
organizzata dall’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) che durante tutta la settimana ha coinvolto diverse città con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio geologico, diffondere il rispetto per l’ambiente, oggi si svolgerà a Randazzo una escursione sulle lave della violenta eruzione del 1981 che minacciò l’abitato del centro etneo. Nei giorni scorsi, a Randazzo e Giarre, si erano
svolti dei seminari interattivi sul rischio vulcanico, sismico e idrogeologico. Fonte “La Sicilia” del 21-10-2017

RANDAZZO INTERVENTO PER RIMUOVERE UN RAMO – n.l.) Nella notte tra giovedì e venerdì, una squadra dei vigili del fuoco è
intervenuta per rimuovere un grosso ramo di un albero che era penzolante. Fonte “La Sicilia” del 21-10-2017