ETNA NORD OVEST; GHIACCIO, DISAGI E SCUOLE CHIUSE; LE FOTO

S2017watermarked-em-neve-3ituazione migliorata, nei Comuni del nostro Comprensorio, grazie al sole che stamattina ha fatto capolino sulle strade ghiacciate. La situazione è stata difficile, ma oggi qualcosa è migliorata. Una nevicata eccezionale, questo non lascia dubbi, ma una gestione delle emergenze spesso lasciata al caso, o alla buona volontà di amministratori, volontari ed Enti. Assente l’Area metropolitana di Catania, una volta caposaldo in queste occasioni. e che ora è allo sbando completo, lasciando i Comuni da soli. Il sindaco di Maletto, ed altri sindaci, hanno chiesto il loro intervento sulle strade provinciali, ma la risposta avuta è stata quella che i due spazzaneve a disposizione dell’Ente, sono a Nicolosi e Linguaglossa. Da domani, sarà necessario che i sindaci abbandonati dall’Ente, si riuniscano e chiedono un incontro urgente con Enzo Bianco, attuale responsabile dell’Ente. Ma andiamo nei particolari. Domani 9 e martedì 10 scuole chiuse a Bronte, Randazzo, Maletto, Maniace, Cesarò e San Teodoro. In questi due ultimi Comuni, la neve ha superato anche i 50-60 cm. di altezza, con grandi disagi per tutti. Solo il lavoro di ditte private ha sbloccato un poco la situazione. A Maniace, il sindaco Cantali, ha disposto diversi mezzi a spalare neve, ma resta alto il rischio ghiaccio. A Randazzo strade principali percorribili, un pò meno le altre, A Maletto il Comune ha dato incarico ad una ditta esterna per pulire alcune strade, e almeno la viabilità ha subito un netto miglioramento. Resta problematico spostarsi da alcune stradine se non con catene da neve. A Bronte, oggi si poteva circolare tranquillamente sulle vie principali, meno nelle altre. Ma almeno è rimasto libero l’accesso all’ospedale, dopo diversi interventi degli operai del Comune per gettare sale. Ieri sera il ghiaccio ostruiva parte dell’accesso all’ospedale, ma poi è stato buttato altro sale e durante la notte la rampa era libera. Diverso il discorso Statale, la Ss 284 era invasa da una fitta coltre di neve, e nemmeno il passaggio di spazzaneve e spargisale è riuscito ad impedire l’accumulo di neve vicino contrada Difesa. Transito consentito solo con catene o gomme da neve, ma con netto miglioramento nel pomeriggio. Diversi gli interventi dei Vigili del Fuoco di Maletto, per liberare mezzi rimasti tra neve e ghiaccio. Anche un’ambulanza del 118 è rimasta bloccata nel parco Urbano di Bronte, a causa della rottura delle catene da neve. Il mezzo di soccorso era privo di pazienti, ed era intervenuto in una strada adiacente al parco. Sono stati i vigili del fuoco di Maletto a tirare l’ambulanza con la loro jeep, fortunatamente tutto è andato nel migliore dei modi, anche se resta alto il livello di allarme, per il previsto peggioramento delle condizioni meteo.