COVID 19: SALGONO I NUMERI, 100 A BRONTE, 36 A MALETTO, MANIACE CHIUDE LE SCUOLE

Arrivano insieme al nuovo Dpcm, i dati dei contagi in zona. Si sfiora quota 100 a Bronte, dove i positivi sono 99, ma con 300 persone in isolamento fiduciario. Numeri importanti a Maletto, con 36 persone positive e 100 in isolamento, meno brutti a Maniace con 14 positivi e 20 in isolamento. A Maniace, da domani, scuole chiuse per 10 giorni con didattica a distanza, mentre a Bronte, da stasera riparte sia la sanificazione, sia il supporto di alcuni medici per l’emergenza covid.

MALETTO: SCUOLA DELL’INFANZIA, CENTO TAMPONI RISCONTRATI DUE CASI DI POSITIVITA’ – Giornata di tamponi a Maletto, e numeri di contagi in aumento, giustamente in seguito ad accurati controlli eseguiti dall’Usca e da laboratori privati. Dopo il caso di contagio di una insegnante della Scuola dell’Infanzia, proprio molti bambini dell’asilo, oltre agli insegnanti e al personale Ata, sono stati sottoposti a tampone, e sul oltre 100 test effettuati, solo due sono stati i casi di positività riscontrati. Un numero esiguo rispetto ai tamponi effettuati che tranquillizza il mondo della scuola, ma che avvia delle procedure che potrebbero portare a una quarantena fiduciaria per qualche classe. Diversa, invece, la situazione generale del paese, con un numero di contagi in aumento e che deriva anche dall’alto numero di tamponi effettuati. Al momento i positivi dovrebbero essere 36, oltre ai 4 guariti, ma quasi venti tra questi devono ancora essere sottoposti al tampone molecolare e gli esiti sono riferiti ai test rapidi. Molti di questi esiti sono venuti fuori da esami privati eseguiti nei laboratori di analisi presenti in paese. «Non bisogna avere timori o creare inutili allarmismi – dichiara il sindaco Pippo De Luca – ma grande senso di responsabilità. Usare le prescrizioni di distanziamento e mascherina per evitare nuovi contagi. La maggior parte dei casi riscontrati sono tutti asintomatici, e dunque non prevedibili, solo due mostravano qualche linea di febbre. Questo non aiuta certo a contenere il virus, ma noi dobbiamo fare la nostra parte e stare attenti». LUIGI SAITTA Fonte “La Sicilia” del 04-11-2020