COMUNI: ARRIVANO I SOLDI PER LA SPESA: ECCO IL MODULO PER LA RICHIESTA

Arrivano i primi 30 milioni della Regione Sicilia ai Comuni, (ECCO L’ELENCO) prima tranche dei 100 milioni stanziati dal Governo Musumeci e che serviranno a dare la possibilità di fare la spesa a tante famiglie che al momento sono in difficoltà. I 390 Comuni siciliani dovranno impegnarsi, con “Atto di Adesione sottoscritto con firma digitale” a rispettare alcune condizioni. A partire dalla destinazione delle risorse, «prioritariamente ai nuclei familiari che non percepiscono alcuna altra forma di reddito o alcuna altra forma di assistenza economica da parte dello Stato, compresi ammortizzatori sociali e reddito di cittadinanza». Sono esclusi da questo tipo di contributo «i beneficiari di Reddito di cittadinanza, Rei, Naspi, indennità di mobilità, Cig, pensione». In caso di sussidi d’importo inferiore al voucher, al cittadino spetterà la differenza fra la quota prevista (per numero di familiari) e quanto già percepito. I Comuni sono tenuti ad «informare i destinatari» che i buoni spesa concessi sono finanziati dal Po Fse 2014/2020 della Regione Siciliana» (giusto per chiarire da dove arrivano i soldi), dovranno «verificare l’attendibilità delle informazioni fornite dai destinatari» dei buoni spesa «anche mediante controlli a campione sulla veridicità delle dichiarazioni»; I Comuni dovranno dare la propria adesione al bando, e pubblicare le modalità di invio della domanda (probabilmente tramite mail).

Questi gli importi dei voucher previsti:

  • 300 euro per un nucleo composto da una sola persona;
  • 400 euro per un nucleo composto da due persone;
  • 600 euro per un nucleo composto da tre persone;
  • 700 euro per un nucleo composto da quattro persone;
  • 800 euro per un nucleo composto da cinque o più persone.

Il contributo può essere richiesto da una sola persona a famiglia e il Comune lo attribuirà “una tantum” «fino ad esaurimento dell’importo trasferito» dalla Regione.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL MODULO DELLA DOMANDA

Queste le cifre stanziate per i Comuni del Nostro Comprensorio: Catania 1.869.504; Paternò 285.600; Adrano 212.580; Biancavilla 142.992; Bronte 113.136; Randazzo 64.272; Troina 54.564; Linguaglossa 31.620; Francavilla di Sicilia 22.734; Maletto 22.596; Maniace 22.482; Castiglione di Sicilia 18.774; Cesarò 13.866; San Teodoro 8.022; Ucria 5.988; Santa Domenica Vittoria 5.580; Moio Alcantara 4.284; Malvagna 3.996; Roccella Valdemone 3.762; Floresta 2.862;