CALCIO LOCALE: RANDAZZO KO, CITTA’ DI RANDAZZO PARI, SCONFITTE PER MALETTO E BRONTE

IL RIGORE PER IL MILO
IL RIGORE PER IL MILO

Giornata nera per le squadre della nostra zona, che portano a casa solo un pari con il Città di Randazzo in promozione e tre sconfitte. Ma andiamo con ordine, In Promozione, la squadra di Petrullo (Città di Randazzo), pur tentando in tutti i modi non riesce a vincere in casa contro l’Aci S. Filippo, un pari che muove la classifica, ma che lascia l’amaro in bocca per le occasioni sprecate. Ma andiamo con ordine, il Città di Randazzo di Petrullo, ottiene solo un pari in casa, un punto che comunque muove la classifica in attesa di tempi migliori. Và ancora peggio per l’Asd Randazzo, che in settimana ha sostituito l’allenatore Currenti, che lo scorso anno ha ottenuto una tranquilla salvezza, con mister Giacomo Tomaselli, negli anni passati al Mascalucia e al Maletto. Il cambio non porta punti, anche se contro lo Sporting Taormina non era certo una partita facile. In Prima categoria, sconfitta del Bronte in casa della Cometa, una sconfitta che pesa sulla classifica, ma quest’anno sarà un campionato difficile per tutti. Perde in casa il Maletto contro il Milo, squadra cinica e quadrata, in verità il Maletto non ha concretizzato le occasioni avute, mentre il Milo, nel primo tempo, ha avuto due occasioni e le ha realizzate entrambe. Nella ripresa il Maletto era riuscito a riaprire la partita, ma il troppo nervosismo in campo, hanno regalato agli avversari un giusto rigore che ha chiuso la partita. Se diversi giocatori del Maletto pensassero a giocare, invece di criticare i compagni o l’arbitro, forse si avrebbe qualche punto in più. Da lodare l’impegno di Salvo Russo e Salvo Capizzi, due giocatori che fiatano poco ma che danno l’anima in campo.

PROMOZIONE GIRONE C RISULTATI E CLASSIFICA

Aci S. Antonio – Torregrotta             3-3

Atl. Pedara – Jonica                           1-2

Città di Randazzo – Aci S. Filippo    0-0

Spadaforese – Trecastagni                 0-2

Pro Mende – S. Filippo del Mela       1-0

Real Aci – S. Gregorio                       1-2

Sporting Taormina – Randazzo         3-1

Troina – Pistunina                              Non disputata per impraticabilità del campo

CLASSIFICA: Jonica 13 Punti; Sporting Taormina, Atl. Pedara e Pro Mende 10 punti; S. Gregorio e Trecastagni 8 punti; Troina 7 punti; Real Aci 6 punti; Pistunina e Spadaforese 5 punti; Torregrotta, Città di Randazzo e Aci S. Filippo 4 punti; Aci S. Antonio 3 punti; Randazzo e S. Filippo del Mela 2 punti;

CITTA’ DI RANDAZZO- ACI S. FILIPPO   0-0

Citta’ di Randazzo: Parmisciano, Bertolone, Spartà, Conti, D’Amico, Zingali, Licciardello, Serravalle (71′ Leta), Lu Vito (74′ Straci), Consolo (64′ Romano), Saitta. All. Petrullo.
Aci S. Filippo: Musumeci, Arcidiacono, (46′ Coriano) Cirino, Molina, Testadio, Scuderi, Melluso, Ponzio, Di Mauro, Febbraio (71′ D’Antonio), Caldarera. All. Algozzino.
Arbitro: Iapichino di Sr.
Note: 44′ espulsi Conti e Ponzio per reciproche scorrettezze.
Randazzo. Non va oltre il pari la Città di Randazzo in casa contro un Aci S. Filippo considerato uno degli avversari diretti nella lotta per la salvezza. Un pari che sembra una occasione perduta per entrambe le formazioni, ma che alla luce dei risultati ottenuti dalle altre squadre può bastare. I ragazzi di Petrullo hanno cominciato la partita in attacco e già al primo minuto hanno avuto una chiara occasione da rete con Lu Vito, che però ha spedito a lato. Poi, s’è iniziato il valzer delle occasioni sprecate da una parte e dall’altra con gli ospiti che almeno in un paio di occasioni si sono resi pericolosi. Al 44′ l’arbitro ha mandato negli spogliatoi Conti e Ponzio, rei di essersi pizzicati a vicenda. Nella ripresa non è cambiato il tema della partita. La Città di Randazzo ha cercato il gol della vittoria che però non è arrivato, e gli ospiti, attendendo nella loro metà campo, hanno cercato di innescare il loro contropiede. Al 43′ l’occasione più nitida della partita per i locali: Spartà ha colpito splendidamente di testa facendo gridare al gol, la palla è sembrata andare in rete ma Musumeci, con una splendida parata, ha negato il gol e la vittoria. Rammaricato, alla fine, mister Petrullo: «Una partita che avremmo meritato di vincere – ha affermato – ma non abbiamo avuto la capacità di concretare le tante palle gol avute. Ma abbiamo incontrato un avversario forte che ha disputato un’ottima partita».
Gaetano Guidotto

SPORTING TAORMINA – RANDAZZO   3-1

Sporting Taormina: Catalano, Mascali, Urso, Miceli, Stracuzzi, Trovato, Emanuele (76′ Mannino), Puglia, Rasà (84′ Catania), Casella (69′ Varrica), Sparacino. A disp.: Cosentino, Bevacqua, Pino. All. Coppa.
Randazzo: Calderone, Spampinato, Franco, Bonaccorso (71′ Silvestro), Catania, Caggegi, Ciraldo, Milazzo, Finocchiaro (69′ Modica), Corrente, Fornito (54′ Mavica). A disp.: Calà, Facondo, Losi, Conti. All. Tomaselli.
Arbitro: Papaserio di Catania (assistenti Fusari e Cardona di Catania).
Reti: 11′ Trovato, 16′ Rasà, 23′ Milazzo, 38′ aut. Spampinato.
Taormina. Lo Sporting Taormina calcio archivia la pratica Randazzo nel primo tempo e si porta a quota dieci punti in classifica, a tre lunghezze dalla capolista Jonica di Santa Teresa che ha vinto 2-1 lo scontro al vertice con l’Atletico Pedara. Biancazzurri locali in vantaggio dopo appena undici minuti di gioco, confermando di attraversare un momento brillante: calcio d’angolo, palla arriva Urso, ancora una volta tra i più positivi, che mette al centro, irrompe Trovato che realizza la rete del vantaggio. Cinque minuti più tardi, i padroni di casa raddoppiano, grazie a Rasà che con un tocco fortuito devia la sfera in fondo al sacco. La partita sembra in discesa per i ragazzi del tecnico Marco Coppa, ma al 23′ Milazzo con un tiro da venticinque metri accorcia le distanze e sveglia nuovamente lo Sporting che non molla la presa. Due minuti dopo la squadra del presidente Mario Castorina realizza una rete regolarissima con Rasà con un bel colpo di testa: l’arbitro, però, annulla per posizione di fuorigioco dello stesso attaccante, che in realtà, al momento del lancio, si trovava almeno un metro in gioco. Al 31′, una conclusione di Puglia finisce alta sulla traversa. Al 38′ i taorminesi segnano il tris e chiudono la partita: azione personale del centrocampista Alessio Emanuele che mette al centro, palla a Spampinato che sbaglia e infila la sfera nella propria porta, segnando la più classica delle autoreti. Nel secondo tempo in campo succede poco o nulla salvo qualche episodio che fa discutere. Al 59′, l’arbitro non assegna il rigore richiesto dagli ospiti per il presunto fallo commesso su Milazzo da Casella. All’87’ Varrica viene espulso per un fallo su un avversario e poco dopo l’arbitro Papaserio di Catania manda tutti negli spogliatoi.
SARO LAGANA’

MARCATORI CITTA’ DI RANDAZZO: Saitta e Lu Vito 1 gol;

MARCATORI ASD RANDAZZO: Scandurra, Mavica e Milazzo 1 gol;

PRIMA CATEGORIA GIRONE “F” RISULTATI E CLASSIFICA E MARCATORI

CALATABIANO – BELPASSO     4-1

40’ e 43’ Lombardo, 70’ e 92’ Monforte (CAL), 60’ Ruggeri (BEL)

COMETA – BRONTE 2-1

15’ Giambra, 75’ Magrì (COM), 94’ Catania (BRONTE)

MASCALUCIA – CATANESE     2-2

6’ Giov. Di Mauro, 64’ Ricciari (MAS); 45’ Barbagallo, 78’ Perez (CAT)

MALETTO – MILO     1-3

16’ Cl. Grasso, 35’ Lo Certo, 76’ Spadaro (MI), 53’ Gugliuzzo (MAL);

RUSSO SEBASTIANO – ADRANO  2-1

48’ Bua (AD), 69’ e 87’ Napoli (RS);

ACICATENA – AGIRA   4-0

53’ Castro, 55’, 66’ e 78’ Aleo

REAL TREMESTIERI – ACI BONACCORSI  3-3

5’ E 61’ Cristofaro, 20’ Laudani (RT) 30’ e 35’ Strano, 49’ Scandurra (AB)

CLASSIFICA: Calatabiano, Catanese e Milo 7 punti; Acicatena ed Adrano 6 punti; Mascalucia, Russo Sebastiano e Cometa 4 punti; Bronte, Belpasso e Maletto 3 punti; Agira 2 punti; Real Tremestieri ed Aci Bonaccorsi 1 punto;

MARCATORI

4 RETI: Aleo (Acicatena), Monforte (Calatabiano)

3 RETI: Faye (Agira), Ruggeri (Belpasso), Bua (Adrano), Barbagallo (Catanese),

2 RETI: Strano (Aci Bonaccorsi), Cristofaro (Real Tremestieri), Bua (Bronte), Lomgo (Cometa), Napoli (Russo Sebastiano), Ricceri (Mascalucia), Teriaca (Adrano), Laudani (Acicatena), Cozza e Perez (Catanese), Mangano, Beccaria e Lombardo (Calatabiano);

COMETA – CICLOPE BRONTE    2-1

Cometa: Verzì, Ciccia, Terranova, Salpoietro, Mammano, Platania, Magrì, Amato, Rubino (80′ Petralia), Giambra (70′ Arena), Cantarella (60′ Anzalone). All. Basile.
Ciclope Bronte: Gangi, Basile, Castiglione, Salanitri, Fornito, Scarlata, Giannattanasio, Bua (80′ Grassia), Catania, Vadarescu (45′ Imbrosciano), Ruffino. All. Orefice.
Arbitro: De Francesco di Messina.
Reti: 15′ Giambra, 75′ Magrì, 94′ Catania.

MALETTO – MILO    1-3

MALETTO: Anzalone, Cairone (86′ M. Liuzzo), Luca (29′ Incognito), Bonsignore (61′ V. Capizzi), S. Capizzi Russo Salvatore, Gugliuzzo, Russo Antonio, Caserta, Cantarella, Leonardi. All. Bisicchia-Mannino.
MILO: Sommese, Cantarella, Parisi S., Raita, Spadaro, Vecchio, Grasso C., Messina (73′ Leonardi), Grasso P., Lo Certo (68′ De Carlo), Grasso P. (87′ Paternò). All. Fichera
ARBITRO: Fichera di Enna.
RETI: 16′ Grasso Clemente; 35′ Lo Certo, 53′ Gugliuzzo, 76′ Spadaro.
NOTE: espulso all’86’ V. Capizzi per proteste.
Maletto. Sconfitta in casa per il Maletto, contro un Milo che si è rivelato più forte. Nel primo tempo gli ospiti hanno atteso le sortite del Maletto per ripartire con contropiedi veloci. Al 16′ in una ripartenza, Clemente Grasso ha calciato dal limite battendo Anzalone.
Il Maletto ha reagito senza riuscire a superare la difesa avversaria. Anzi è stato il Milo al 35′ a trovare il raddoppio con Lo Certo, lesto a deviare sotto rete una palla vagante.
Nella ripresa, il Maletto ha continuato ad attaccare, ed al 53′ ha riaperto la partita con Gugliuzzo, abile a raccogliere la palla in area e ad insaccare. Sulle ali dell’entusiasmo il Maletto ha cercato il pari, ed in diverse occasioni è riuscito a rendersi pericoloso. Al 76′, però, gli ospiti hanno chiuso la partita: inutile fallo di un difensore locale e rigore al Milo che Spadaro ha trasformato. Nel finale, espulso Capizzi e Maletto in 9 per l’infortunio di Leonardi.
Gaetano Guidotto