BRONTE: VISITE MEDICHE MA SENZA ASSEMBRAMENTI

Prime visite mediche anche per operai forestali di Bronte convocati per appuntamento nel Poliambulatorio di Bronte, sito all’ingresso sud. Imponente il servizio d’ordine, con il Comune che ha messo a disposizione la Polizia municipale per evitare la formazione di assembramenti e con gli operai che hanno responsabilmente rispettato i turni. «I forestali – ci dice il dott. Vito D’Urso, direttore sanitario del Distretto di Bronte che riunisce anche i Comuni di Randazzo, Maletto e Maniace – sono arrivati secondo l’elenco fornito dall’Ispettorato che aveva già fissato giorni ed orari. I sindaci di Bronte e Randazzo hanno garantito la presenza della Polizia municipale all’ingresso della struttura tutto dedicato a questo servizio». Particolare l’organizzazione per prevenire ogni possibile contagio del covid. «Gli operai entrano nella struttura a turni di 4, uno per volta, e si recano nella sala di attesa seduti ai quattro angoli. Il primo entra a far la visita e quando esce dalla struttura ne entra un altro. All’ingresso un infermiere misura la temperatura, fa disinfettare le mani e dà la mascherina chirurgica e guanti a chi ne è sprovvisto. L’infermiere, – continua – munito degli idonei dpi, collabora il medico competente. Sulla scrivania è stata posta barriera protettiva in plexiglass. I locali vengono sanificati prima dell’inizio visite della giornata e alla fine».

Soddisfatti il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, ed il presidente del Consiglio comunale, Nino Galati. «Gli operai sono pronti per le assunzioni stagionali – afferma il presidente Galati che è una guardia forestale – per salvaguardare i nostri boschi». «Ottima l’organizzazione dell’Asp – ha concluso il sindaco Graziano Calanna – cui noi abbiamo contribuito creando la necessaria sinergia. Che queste visite siano l’inizio di quella normalizzazione che tutti vogliamo». Fonte “La Sicilia” del 21-05-2020