Bronte

BRONTE: UNA TASK FORCE FORMATA DA 28 ISPETTORI PER SEGNALARE L’ABBANDONO DEI RIFIUTI

Condividi

Eccola la squadra di volontari che vigilerà sul rispetto del decoro urbano e sulla raccolta differenziata dei rifiuti e che sarà chiamata a verificare, ed eventualmente segnalare, se strade, piazze, parchi gioco e spazi pubblici in genere sono ben puliti. Si tratta dei 28 futuri ispettori ambientali volontari che aiuteranno il Comune nel tutelare e difendere la città, segnalando anche le abitudini non rispettose del vivere comune, come per esempio l’abbandono incontrollato dei rifiuti. Ad accoglierli nella sala del Consiglio comunale è stato il sindaco Pino Firrarello insieme con il vice sindaco Antonio Leanza. Con loro il comandante della Polizia municipale, Salvatore Tirendi, l’avvocato Antonella Cordaro e il geometra Francesco Messineo. «Volevamo accoglierli per ringraziarli di un impegno che sarà utile alla città. – afferma il vice sindaco – Adesso i volontari frequenteranno un corso sugli aspetti giuridico legali della materia, ma soprattutto sull’ambiente. Alla fine del corso i volontari potranno definirsi a tutti gli effetti pubblici ufficiali, indosseranno una pettorina ed opereranno in sinergia con la Polizia municipale. Ci daranno una mano a controllare e colpire coloro che si ostinano a sporcare e abbandonare i rifiuti in giro per il nostro paese. Per loro alla fine rimarrà una sola alternativa: fare la raccolta differenziata e rispettare l’ambiente in cui vivono anche loro. L’obbiettivo – conclude – è che Bronte sia sempre accogliente e pulita. Solo così si potrà programmare una crescita anche dal punto di vista turistico, settore in cui l’Amministrazione comunale crede tantissimo».

«Il beneficio sarà duplice. –aggiunge il sindaco Pino Firrarello – Il Comune avrà un valido aiuto nel controllo sul rispetto del decoro urbano e si diffonderà fra la gente il concetto della tutela e del rispetto della cosa pubblica. Io ritengo che qualsiasi comunità che miri alla valorizzazione turistica non possa prescindere da un efficiente controllo della pulizia del territorio. Per questo dico grazie ai futuri ispettori ambientali, al vice sindaco, che tanto impegno ha profuso in questa iniziativa, ed a tutti coloro che hanno contribuito a realizzarla. Bronte –conclude – e suoi cittadini ne trarranno grande beneficio». Fonte “La Sicilia” del 14-02-2021

Pubblicato da
REDAZIONE

Ultime notizie

TROINA: ANZIANO BRONTESE SCOMPARE DALL’OASI, RITROVATO DOPO ORE DI RICERCHE

Si era allontanato dall’Oasi, ma dopo diverse ore è stato finalmente ritrovato in buono stato…

2 Dicembre 2021

CESARO’ E SAN TEODORO: CHIUSA LA GUARDIA MEDICA, PROTESTE DEI CITTADINI

Ennesimo scippo al territorio, nei Comuni di Cesarò e San Teodoro, che dopo essere stati…

2 Dicembre 2021

RANDAZZO: LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA OLTRE 800 PRODOTTI NON SICURI

I Finanzieri del Comando Provinciale di Catania, nell’ambito dell’intensificazione dei controlli a contrasto della commercializzazione…

2 Dicembre 2021

COVID: LA QUARTA ONDATA FA IMPENNARE LA CURVA A BRONTE 102 POSITIVI, MALETTO A QUOTA 55

Scoppia la quarta ondata Covid a Bronte e Maletto. Nella città del pistacchio i positivi…

2 Dicembre 2021

MASCALUCIA: DUE ADRANITE TENTANO LA TRUFFA DELLO SPECCHIETTO E DI CORROMPERE I CC, UNA ARRESTATA E L’ALTRA DENUNCIATA

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Gravina di Catania hanno arrestato in Mascalucia…

2 Dicembre 2021

RANDAZZO: IL SINDACO SGROI AZZERA LA GIUNTA «NIENTE RICATTI, PRONTO A LASCIARE»

Per buona parte della città si è trattato di un fulmine a ciel sereno. Il…

2 Dicembre 2021