BRONTE E MALETTO NELLA MORSA DEL GHIACCIO – LE BELLISSIME FOTO

Diventa “bianca” la zona tra Maletto, Bronte e Randazzo, nella notte tra domenica e lunedì che ha sancito il passaggio della Sicilia da zona arancione a gialla. La neve, il cui arrivo era stato da giorni previsto dal meteo, è arrivata insieme a un notevole calo di temperature. E come sempre, insieme alla neve sono arrivati anche piccoli problemi che spesso si ripetono sia per la mancanza di adeguata programmazione, sia per la particolare conformità dei Comuni, specie Bronte e Maletto che rendono difficili gli interventi. Più che la neve, a creare problemi è stato il ghiaccio formatosi nelle prime ore del mattino, in alcuni punti pericolosissimo. Proprio a causa del ghiaccio un incidente che ha coinvolto un furgone e due vetture si è verificato ieri mattina, in via Francesco Cilea, a Bronte, nei pressi della piscina. I mezzi sono scivolati su una lastra ghiacciata fino ad arrivare alla collisione, che per fortuna non ha provocato feriti, ma solo danni alle vetture. Scuole chiuse con ordinanza dei sindaci a Maletto e Randazzo; già nella serata di domenica, i primi cittadini dei due Comuni, hanno emanato le ordinanze a tutela di alunni e insegnanti. Scuole aperte a Bronte, con qualche polemica sui social, vista la situazione viaria. A Bronte, proprio la presenza di ghiaccio nelle strade ha impedito il regolare ritiro dei rifiuti. In particolare in molte vie, non è stato possibile raccogliere l’umido e la plastica. Per ovviare a questo problema, il sindaco, Pino Firrarello, insieme alla ditta che esegue la raccolta, ha previsto per oggi un servizio apposito, per ritirare i rifiuti rimasti ieri, oltre all’indifferenziata il cui ritiro è previsto per oggi nel calendario. Problemi anche sulla Ss 284 da Bronte a Randazzo passando per Maletto: di prima mattina, la strada si presentava come una lastra di ghiaccio omogenea, che rendeva difficile il transito di mezzi pesanti nelle salite.

Spazzaneve all’opera già nella notte, invece, a Maletto, con il sindaco Pippo De Luca che ha subito avviato il piano neve: «Avevamo capito che le previsioni non erano buone e abbiamo predisposto sia la chiusura delle scuole per lunedì e martedì, sia il servizio spargisale nelle strade principali per permettere a chi doveva andare al lavoro di uscire dal paese. Purtroppo, da quanto mi hanno riferito, sulla Ss 284 solo dopo le 7 lo spazzaneve ha iniziato a fare passaggi più frequenti, ma considerata la situazione, sarebbe necessario, da parte di Anas, mettere più mezzi in funzione nel tratto tra Randazzo, Maletto e Bronte. Anche stanotte (ieri per chi legge, ndr), i nostri operai – conlude – saranno in giro col mezzo adatto a spargere sale». Nessun problema particolarmente grave, invece a Randazzo e Maniace, entrambi meno colpiti dalla bufera di neve. Luigi Saitta Fonte “La Sicilia” del 16-02-2021

Foto di Luigi Saitta, Gaetano Guidotto e Ninuzzo Gullotto;