BRONTE: “SPEDALIERI”, LA SETTIMANA CORTA INFIAMMA

Dibattito a tratti anche acceso al Circolo didattico “Nicola Spedalieri” di Bronte. In discussione se mantenere, come negli anni passati, la settimana corta, articolando l’orario scolastico dal lunedì al venerdì, o fare lezione anche il sabato, come invece ha deciso il nuovo dirigente scolastico reggente prof. Vincenzo Spinella. Parecchi genitori vorrebbero che la settimana corta venisse mantenuta, ma il neo dirigente scolastico non la considera «buona pratica educativa». Molte le proteste. I genitori sostengono che le scelta dell’orario scolastico spetti per legge al Consiglio di Circolo, mentre il dirigente ritiene che l’attività gestionale spetti a lui. Il dirigente ha pure promosso un sondaggio fra i genitori, e solo il 12%, ha scelto di fare lezione anche il sabato. Per il prof. Spinella però questa è un’opzione considerabile per il prossimo anno. «Attendiamo lunedì mattina – afferma il prof. Francesco Imbrosciano, vicepresidente del Consiglio di Circolo che è l’organo di rappresentanza dei genitori – Speriamo sino alla fine in una risoluzione pacifica di questa situazione, nell’ottica di una proficua, sana e serena collaborazione con il dirigente per il bene della scuola». Non tutti i genitori sono però così pacifici: «L’88% dei genitori in questo referendum si è espresso per la settimana corta – afferma Giuseppe Gullotta – Il dirigente deve prendere atto della volontà dei genitori. Altrimenti faccia le dovute riflessioni e rimetta l’incarico». Ed il prof. Spinella ieri mattina è stato ascoltato dal sindaco, Graziano Calanna e dall’assessore Chetti  Liuzzo: «Condivido l’atteggiamento di moderazione del Consiglio di Circolo – afferma il sindaco – Questo è il momento del confronto. Al dirigente, infatti, ho fatto notare che la nostra scuola ha funzionato benissimo con la settimana corta. Non capiamo quindi perché cambiare. Il dirigente ha spiegato la sua posizione citando una serie di norme che vaglierò lunedì con lui». Fonte “La Sicilia” del 06-10-2018