BRONTE: PRONTO SOCCORSO, UN FINE ANNO CON IL “BOTTO” PER IL SUO FUTURO

L’ospedale “Castiglione Prestianni” di Bronte chiude il 2018 con un buona notizia. L’Asp 3 di Catania ha approvato la delibera per la “rifunzionalizzazione degli ambienti del Pronto soccorso”. Ne dà notizia l’assessore alla Salute del Comune di Bronte, Ernesto Di Francesco, soddisfatto di leggere un provvedimento particolarmente atteso in tutto il versante nord dell’Etna. «Quante volte – spiega – gli utenti hanno avuto modo di protestare per l’inadeguatezza strutturale del nostro Pronto soccorso che, non dimentichiamolo, è al servizio di un bacino di utenza di oltre 50 mila abitanti. Quante volte abbiamo chiesto alle autorità politiche di garantire maggiori attenzioni nei confronti di questo ospedale, che ricordiamo è l’unico del versante nord ovest dell’Etna. Sapevamo – aggiunge – del finanziamento di 930mila euro per ammodernare il Pronto soccorso ed attendevamo che l’Asp procedesse con celerità, certi che il nostro ospedale meriti maggiore attenzione da parte delle Istituzioni. Questa delibera ci soddisfa e ci dà speranza per il futuro». Ed approvata la delibera, l’Asp all’inizio del nuovo anno dovrebbe pubblicare la gara d’appalto per affidare e realizzare i lavori. «Noi – aggiunge Di Francesco – seguiremo l’intero iter burocratico. Qui a tutti stanno a cuore le sorti dell’ospedale. Ed io sono certo che con l’arrivo del nuovo commissario straordinario Maurizio Lanza, si instaurerà un proficuo rapporto di collaborazione con gli Enti locali, per migliorare i servizi ospedalieri nel territorio. Per questo, insieme al consigliere Angelica Catania, in rappresentanza della Giunta municipale, ho già chiesto un incontro al neo commissario dell’Asp, per esporre tutte le problematiche che attanagliano l’ospedale di Bronte. Sarà utile per programmare gli interventi». «Al neo commissario – aggiunge il presidente del Consiglio comunale Nino Galati – chiederemo di porre fine al depauperamento dell’ospedale. Qui, lontani dai grandi centri, abbiamo bisogno di un ospedale efficiente».

VASTO COMPRENSORIO L’ospedale di Bronte è al servizio di un vasto comprensorio montano che non è racchiuso solo nel quadrilatero fra Bronte, Randazzo Maletto e Maniace, ma si apre a Comuni del Messinese come Cesarò, S. Teodoro e S. D. Vittoria. Un nuovo Pronto soccorso migliorerà i servizi.