BRONTE, NUOVA CONDOTTA IDRICA SOTTO I BINARI DELLA CIRCUMETNEA

L’intervento era temuto perché da realizzare senza errori ed in maniera tempestiva. Alla fine gli uomini della “Crf.f” lo hanno effettuato anche con qualche ora di anticipo rispetto ai tempi. È stato realizzato, infatti, il nuovo sottopassaggio della Ferrovia Circumetnea della condotta idrica dell’Acoset, inserito all’interno dei lavori di realizzazione del nuovo tratto fronte Adrano della Ss 284. «Visto che si sta rifacendo l’intero tratto di strada – ci spiega il sindaco di Bronte, Pino Firrarello che segue praticamente quotidianamente l’incedere dei lavori – l’Acoset ha giustamente pensato di sostituire e rinnovare la condotta che passa sotto il binario della ferrovia Circumetnea. Per farlo senza condizionare il passaggio dei treni bisognava intervenire la domenica, quando il servizio dei treni è interrotto». Così le operazioni sono iniziate alle ore 15 di sabato 23 e sono finite a mezzanotte di giorno 24. Per riuscirci sono state ininterrottamente impiegati 4 escavatori e 10 operai ed è stato effettuato pure l’attraversamento della statale, con il transito consentito a senso unico alternato. Se con questo scavo è stato risolto uno dei problemi sorti, i lavori della nuova Ss 284 procedono senza sosta. Il mese di aprile, infatti, può esser considerato un po’uno spartiacque fra la fase di preparazione e la realizzazione dell’opera vera e propria. «Esatto – conferma Firrarello – sono già state realizzate le fondazioni dei piloni del viadotto “Giordano”, adesso si dovrebbe passare alla posa del viadotto. Ma non solo. Dovrebbero iniziare anche lavori di riempimento e del tracciamento della sede stradale. Chi percorre ogni giorno la statale si rende conto che i lavori procedono».

Ed in effetti è vero. Il cantiere brulica perché sono iniziati gli scavi della galleria “Cannatella”, mentre l’avvio dei lavori per la galleria “Naviccia”, oggetto di ulteriori indagini in corso d’ope – ra, è previsto nel mese di maggio. L’avvio delle lavorazioni di realizzazione del corpo stradale ed i relativi muri quindi è realmente alle porte. Gli interventi su questo tratto di strada prevedono un investimento complessivo di 66 milioni di euro. L’impresa Donati S.p.A. che si è aggiudicata l’appalto dovrà portare a termine i lavori entro 710 giorni dalla data di consegna avvenuta il 26 maggio del 2021. «Ricordo – conclude Firrarello – quando io, insieme ad una folta delegazione di giovani amministratori locali, fui ricevuto a Roma dall’allora Ministro dei Lavori Pubblici, Nino Gullotti, per discutere dell’ammodernamento del tratto Adrano-Bronte della Ss 284. Era il 1972. I conti sono semplici. Da allora sono passati 40 anni. Oggi posso dire che questa battaglia è stata vinta, ma il tempo trascorso è troppo. La Sicilia non può aspettare 40 anni prima di avere una infrastruttura». Fonte “La Sicilia” del 27-04-2022

Un commento

I commenti sono chiusi