BRONTE: LITE CON FERITO; BRONTE: CHIESTI LUMI SU RIFIUTI MERCATINO E CANTIERI

Lite tra due uomini, il lunedì sera a Bronte, nella centrale via Martiri di Via Fani. Un uomo, secondo una prima ricostruzione, è stato investito appositamente da un lontano parente, per dei futili motivi. Sul posto sono subito intervenuti l’ambulanza del 118, e i carabinieri della locale Stazione, coordinati dal Luogotenente Giuseppe Amendolia. Il ferito ha avuto una prognosi di 20 giorni, che non permette il configurarsi di un reato.

RONTE: CHIESTI LUMI SU RIFIUTI MERCATINO E CANTIERI –  I consiglieri comunali Carlo Castiglione, Maria De Luca, Angelica Prestianni, Massimo Castiglione e Salvatore Calamucci, in tre interrogazioni hanno chiesto lumi su raccolta differenziata, mercato del giovedì e lavori del Castello Nelson e degli alloggi di via Selvaggi. «Le ore impiegate nel servizio di raccolta  differenziata – scrivono – risultano insufficienti e le giornate di conferimento del calendario non sono adeguate». Riguardo il mercato del giovedì spostato in contrada Sciarotta, sottolineano che «la modifica, più volte prorogata, non ha mai ricevuto alcun parere favorevole dal Consiglio comunale» e che «sono molte le problematiche poste dai cittadini e dagli ambulanti». Infine, i consiglieri chiedono di sapere lo stato dei lavori del Castello Nelson e dei 60 alloggi a canone sostenibile di via Selvaggi». «Risponderemo tranquillamente in Consiglio – replica il sindaco Graziano Calanna – e ringrazio i consiglieri per  permettermi di parlare di 3 argomenti importanti. Sul servizio di raccolta dei rifiuti siamo in fase di rodaggio. Verificheremo l’efficacia del servizio quando gli operatori avranno assimilato i nuovi meccanismi. Il Consiglio – continua il sindaco – sul mercato deve esprimersi quando lo spostamento è definitivo ed ancora non lo è. Le lamentele ricevute sono legate ad una fase transitoria che avventori e commercianti hanno ben compreso». Infine i cantieri: «I lavori del Castello Nelson procedono – conclude – per i 60 alloggi aspettiamo la conclusione dell’iter di incarico del direttore dei lavori, la cui gara è stata già espletata». Fonte “La Sicilia” del 01-02-2018