BRONTE, LE LISTE DI FIRRARELLO VOLANO AL 54,97%

Eccoli i dati definitivi delle amministrative di Bronte: Pino Firrarello ha vinto ed è stato eletto sindaco ottenendo 5.191 preferenze, pari al 44,64%. Il sindaco uscente Graziano Calanna si è difeso ottenendo 3.975 voti, pari al 34,18%. Buon risultato anche per Giuseppe Gullotta che ha ottenuto 2.065 voti pari al 17,76%. Appena 397 voti, il 3,41%, invece, per Valeria Franco del M5s. E ieri mattina anche l’uscente Graziano Calanna ha rilasciato una dichiarazione: «Ringrazio di vero cuore per il tanto affetto e la grandissima stima che mi avete manifestato: quasi quattromila voti di stima personale e di fiducia in un progetto di crescita e di rinnovamento generazionale e culturale, che verrà portato avanti in Municipio dai 5 consiglieri comunali eletti nella coalizione che mi ha sostenuto. «Ai tantissimi che hanno creduto in me – ha continuato – dico solo che ci sono stato, ci sono e ci sarò, consapevole di aver lavorato, insieme a uno splendido gruppo che mi ha collaborato con passione ed entusiasmo, per lasciare una città più bella, pulita e moderna. Ai tantissimi giovani che, insieme a me, hanno creduto e continuano a credere che il rinnovamento sia il sale della democrazia e la molla dello sviluppo, dico che perdere le battaglie a volte serve a vincere le guerre: continuate a crederci, io ci sarò». Poi un ringraziamento ai dipendenti del Comune: «Grazie ai dipendenti comunali, in particolare a coloro che hanno lavorato con lealtà e grande senso del dovere e hanno permesso la realizzazione delle tantissime cose fatte: io ci sarò. In generale – poi conclude – grazie Bronte, per l’affetto che mi ha dimostrato: ci sono stato, ci sono e ci sarò».

Passando alle liste, le 7 di Firrarello complessivamente hanno conquistato il 54,97%, e tutte hanno superato lo sbarramento del 5% ad eccezione della lista “Tutti noi”, arrivata al 3,60%. Le 5 di Calanna, invece, sono arrivate al 31,12% e fra queste “Liberta e coraggio” con lo 0,96% e “Bronte – Uniti al centro” con il 4,35% non hanno superato lo sbarramento e quindi non avranno rappresentanza in Consiglio. Fra le liste che sostenevano Giuseppe Gullotta solo “Fare Bronte” ha superato lo sbarramento conquistando il 6,79%, mentre la lista del Movimento 5 Stelle ha conquistato appena l’1,50% delle schede. La prima sezione ha fatto i conti per stabilire chi siederà in Consiglio comunale. Nell’attesa del dato ufficiale non è difficile ipotizzare chi rappresenterà la città nella pubblica assemblea. Firrarello avrà la maggioranza con 10 consiglieri, Calanna, che siederà in Consiglio in qualità di sindaco giunto secondo, ne avrà 4. Infine un seggio all’unica lista di Gullotta che ha superato il quorum. Ecco la composizione del Consiglio comunale: Valentina Saporito, Massimo Castiglione, Angelica Prestianni, Nunzio Castiglione, Thomas Cuzzumbo, Nunzio Saitta, Aldo Catania, Vincenzo Sanfilippo, Carlo Castiglione, Maria De Luca, Salvatore Calamucci, Cristina Castiglione, Chetti Liuzzo, Giuseppe Ruffino, Samanta Longhitano e Graziano Calanna.  Fonte “La Sicilia” del 07-10-2020

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.