BRONTE: IN FUNZIONE IL PRONTO SOCCORSO PROVVISORIO

E’ iniziato il conto alla rovescia per avere un nuovo Pronto soccorso nell’ospedale Castiglione Prestianni di Bronte. Contratto alla mano, fra 7 mesi il territorio dovrà avere un nuovo Pronto soccorso. L’area del cantiere domani verrà circoscritta e sarà impedito l’accesso nella zona ospedaliera alle auto. Solo i mezzi di soccorso potranno raggiungere il piazzale antistante l’ospedale che non potrà più essere utilizzato per la sosta dei veicoli. Questo sia per non intralciare l’esecuzione dei lavori, sia per consentire l’accesso alle ambulanze nel sito provvisorio dove è stato temporaneamente ubicato il Pronto soccorso. Ed il pronto soccorso temporaneamente è stato sistemato in quelli che fino a qualche giorno fa erano i locali della Cardiologia, trasferita al primo piano.

Oggi il primo giorno di funzionamento a pieno regime dopo il trasferimento. Per questo il sindaco, Graziano Calanna, insieme con l’assessore Ernesto Di Francesco, ha effettuato un sopralluogo. All’arrivo in ospedale dei cartelli indicano la direzione verso il Pronto soccorso temporaneo. Entrando dalla porta principale si va sinistra e subito si trova la stanza di attesa per i pazienti dotata di servizi. Il Pronto soccorso temporaneo poi può contare su due ampi ambulatori e due sale di astanteria altrettanto grandi. “I locali provvisori – ha affermato il Primo cittadino – sono molto più luminosi rispetto a quelli che si stanno ristrutturando. E questo ha riscosso il gradimento da parte dei medici. Per il resto l’organizzazione, anche se temporanea, mi è parsa idonea per un servizio così importante. Come abbiamo già annunciato – conclude – seguiremo i lavori passo dopo passo, affinché non si verifichino imprevisti”.

I lavori prevedono investimenti per 753 mila euro. Il Pronto soccorso che si dovrà costruire sarà più grande di quello attuale, avrà la “camera calda” 4 posti letto in più ed avrà 3 diversi ambulatori cui far accedere i pazienti: uno per i codici bianco e verde, un altro quelli in codice giallo ed il terzo per i pazienti in codice rosso.