BRONTE: GIUSEPPINA RUOCCO IN CONSIGLIO AL POSTO DI LEANZA, CRITICHE ALLA MAGGIORANZA

Giuseppina Ruoco, 43 anni, imprenditrice agricola, madre di 3 figli e sposata con l’ex consigliere comunale Salvatore Catania è il nuovo consigliere comunale di Bronte. Ha surrogato Antonio Leanza che nei giorni scorsi ha presentato le dimissioni. La seduta è iniziata con i ringraziamenti all’ex consigliere Leanza e l’invito a rivedere, se possibile, la sua decisione.

Poi l’intervento del neo consigliere Ruocco: “La situazione politica attuale di Bronte mi rammarica. I cittadini hanno votato un sindaco ed una Giunta. Oggi ci ritroviamo con un sindaco sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari e sospeso dall’incarico. E una Giunta completamente nuova, non corrispondente alla volontà dei cittadini. Con grande umiltà penso che quest’amministrazione abbia trascurato: la viabilità, la fruibilità del centro storico, il verde pubblico, l’ospedale, la casa dell’acqua, la valorizzazione e la tutela del Pistacchio, la problematica degli edifici fatiscenti, l’applicazione della tariffa puntuale dei rifiuti, la progettazione e la realizzazione di bretelle stradali indispensabili per la sicurezza (vedi quartiere Sciara Sant’Antonio) la stabilizzazione dei precari liberandoli dalla schiavitù politica, il contrasto al gioco d’azzardo, all’alcolismo ed alla droga. Per la legalità e trasparenza chiederemo chiarimenti sulle transazioni che riguardano il Comune di Bronte ed il sindaco protempore Gaetano Messina e sempre il Comune di Bronte con il sig. Bonaventura, (suocero del Sindaco Calanna) e sui 400 mila euro che il Comune deve restituire alla Regione per la discarica di Margiogrande. Aderisco al gruppo misto e mi colloco all’opposizione. Voglio adoperarmi al massimo affinché i cittadini si avvicinino alla politica e si sentano orgogliosi di chi li rappresenta”.

“Quando lei si è candidata nelle liste di Graziano Calanna – ha replicato il consigliere Samanta Longhitano mostrando il programma elettorale presentato agli elettori dal sindaco – ha sostenuto questo programma, non quello che ha letto adesso lei. Sappia che la stabilizzazione dei precari è stata avviata, come il potenziamento e la valorizzazione della zona artigianale. Insomma riprendendo il programma elettorale si accorgerà che il 70% è stato realizzato. Le basterà ricordare alcuni cavalli di battaglia della campagna elettorale come il depuratore della Serra, il finanziamento della Chiesa del Rosario, la partecipazione ai bandi europei e la raccolta differenziata oggi al 60%. Per la tariffazione puntuale della raccolta differenziata manca poco e tanti sono gli interventi nel sociale”.

“Gli attuali assessori – ha aggiunto di Mulo – hanno tutti vinto le elezioni con Graziano Calanna. Fra noi non ci sono voltagabbana. Il Comune non deve restituire i 400 mila euro della discarica e sulle transazioni Messina e Bonaventura non torniamo indietro, ritenendole giuste, legittime e trasparenti”.

Il dibattito poi è continuato fra repliche, controrepliche e gli auguri di buon lavoro al neo consigliere Ruocco.

Un commento

  1. Finalmente un po di legalità e tornata lavoro giustizia e onestà questi sono i valori e il nuovo consigliere comunale giuseppina ruocco combatte per queste cose auguri giuseppina

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.