BRONTE: CONTROLLI A TAPPETO CONTRO I “FURBETTI” DELLA DIFFERENZIATA

Il calendario della raccolta differenziata dei rifiuti di Bronte, ieri prevedeva che gli utenti dovevano conferire vetro e umido, la Polizia municipale insieme con il personale della Caruter ha trovato in giro parecchi sacchetti neri contenenti rifiuti di ogni tipo. E’ scattata a Bronte una imponente operazione per verificare la qualità delle raccolta differenziata conferita. Per tutta la settimana, Vigili urbani e operatori ecologici perlustreranno le strade alla ricerca di sacchetti non ritirati. Già, perché gli operatori hanno l’ordine di ritirare solo i rifiuti differenziati, gli altri rimangono sul posto per essere esaminati alle ricerca dei proprietari e solo dopo gettati in discarica. E ieri, alla fine della prima giornata, i risultati sono sembrati buoni perché la maggior parte dei cittadini ha conferito correttamente i rifiuti. Una piccola parte, però, ed a sentire gli operatori sono praticamente sempre gli stessi, si ostinano a non rispettare orari di conferimento e soprattutto il calendario. Così la Polizia municipale in contrada Sciarotta, nei pressi dei 54 alloggi popolari, ha trovato una microdiscarica fatta da materassi divani e inerti vari, all’ingresso sud della cittadina grossi sacchi con sfalci di potatura e nei pressi della chiesa del Rosario rifiuti provenienti da attività commerciali. C’è, inoltre, chi ancora si ostina a gettare sacchetti non differenziati nelle piazzole della Ss 284 e chi di differenziata non ne vuol sapere conferendo tutto nel giorno dell’indifferenziata. «Questi ultimi sappiano – afferma il sindaco – che rischiano di essere sanzionati. La raccolta differenziata va fatta a salvaguardia dell’ambiente e per permetterci di abbassare per tutti il costo della tassa bisogna aumentare la percentuale di raccolta differenziata. In verità, devo dire che i risultati sono buoni. Il nuovo servizio è iniziato il 15 gennaio e la percentuale di raccolta differenziata oggi supera il 60%. Ma abbiamo l’obbligo di migliorare ancora e, nel rispetto di chi rispetta le ordinanze e fa la raccolta differenziata, il dovere di sanzionare i trasgressori». Per questo ieri la polizia municipale ha fatto aprire i sacchetti dei rifiuti non conferiti adeguatamente. In alcuni di questi vi erano oggetti e documenti che fanno risalire all’identità dei trasgressori che saranno sanzionati. E la multa rischia veramente di essere salata. Si parte da 50 euro, ma potrebbe anche raggiungere i 600 euro. Chi si ostina a non differenziare i rifiuti nel rispetto delle ordinanze sono avvisati. Fonte “La Sicilia” del 15-11-2018

BRONTE: Domani incontro di formazione ; Domani, tra le 15,30 e le 18,30 si svolgerà a Bronte uno degli incontri previsti e organizzati dall’Uos educazione e promozione della salute aziendale (diretta dal dott. salvatore Cacciola) dall’Asp per formare caregiver, badanti e collaboratori familiari sul tema degli incidenti domestici. Fonte “La Sicilia” del 15-11-2018