ADRANO: FABIO MANCUSO E’ IL NUOVO SINDACO, MA LA MAGGIORANZA IN CONSIGLIO VA’ ALLO SCONFITTO PELLEGRITI

Fabio Mancuso, 57 anni è il nuovo sindaco di Adrano. Ha vinto all’ultimo voto dopo un ballottaggio tirato in cui ha avuto la meglio per soli 142 voti. Una campagna elettorale dura, in cui sembrava che il suo avversario, Carmelo Pellegriti, avesse vinto già al primo turno. Invece non è andata così, perché Pellegriti, al primo turno, non è arrivato al 40% necessario per evitare il ballottaggio, dove il suo pacchetto di voti è aumentato di pochissimo, al contrario di Mancuso che invece, grazie anche all’apparentamento con il terzo arrivato, Agatino Perni, vince al ballottaggio e ritorna ad essere il primo cittadino di Adrano. Una vittoria cercata contro tutti, visto che i grandi partiti appoggiavano altri candidati, e che è frutto della simpatia della gente che lo vede vincitore in un ballottaggio, dopo che in passato proprio questo gli era stato fatale. Troverà un Consiglio Comunale senza maggioranza, ma come dichiarato questo non sarà un problema, ma soprattutto una città che ha veramente la necessità di ripartire. Tra le curiosità, la candidatura a sindaco di Birtolo, che prende solo 351 voti, ma anche la caduta del Pd che ad Adrano aveva un ceppo storico perso da anni. Al 5 Stelle, solo 452 voti, poco più del 2%, che non assegnano nemmeno un Consigliere. In campagna elettorale tanti big dei 5 Stelle sono stati ad Adrano, da Giuseppe Conte al noto Dino Giarrusso ex iena, ma nella sostanza, i loro candidati non hanno preso neanche il voto di chi percepisce il reddito di cittadinanza, per il quale si sono molto battuti. Infine 28 candidati (più di una lista) a zero voti, di cui ben 12 nella lista “Adraniti Sempre”, che se aggiunti alle decine con una o due preferenze fanno numeri importanti, non capiamo il senso di queste candidature che tolgono voti (e seggi) ad altre liste più quotate.

Rifiuti, randagismo, strade, ma anche economia e lavoro sono degli obiettivi da perseguire e realizzare. Il problema spazzatura è al momento il più grave, e necessità di soluzioni adeguate, ma tanto altro c’è da fare per una città, che forse ha visto i suoi anni migliori proprio con Mancuso sindaco e che ora spera di rinascere. Al nuovo sindaco, alla sua Giunta, ma anche a tutti i neo Consiglieri, vanno i nostri auguri affinché possano veramente lavorare per Adrano e per un territorio che ha veramente bisogno di rinascere.