ROGHI A BRONTE, MALETTO, BIANCAVILLA, MANIACE E PATERNO’

0

Serie di interventi del Corpo forestale e dei vigili del fuoco, impegnati in più fronti a spegnere incendi, che hanno bruciato roverelle, ginestre, alberi d’ulivo e lambite case rurali e abitazioni. Anche ieri nella zona montana si sono registrati diversi focolai che hanno interessato Bronte, Maletto, Biancavilla, Maniace e Paternò. In contrada Santa Venera, A Bronte, è divampato un incendio che ha bruciato circa 2500 metri quadrati di terreno ricoperto di sterpaglie, alberi di alto fusto e roverelle. Il rogo ha minacciato alcune case rurali. Per spegnere l’incendio è intervenuta una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Maletto, che ha operato per circa 90 minuti, evitando che le fiamme raggiungessero le attigue case rurali. A Maletto due gli interventi dei pompieri. Il primo nella zona della circonvallazione, dove mille metri quadrati di terreno sono stati interessati dal fuoco che ha causato non pochi disagi agli automobilisti in transito. Poi in zona Sperini, dove 2000 mq di superficie sono stati avvolti dalle fiamme. In contrada Solicchiata a Biancavilla, sono andati in cenere alberi d’ulivo e roverelle. Il pronto intervento di una squadra del 1515 del distaccamento di Adrano, ha evitato che le fiamme si propagassero. Nei pressi del campo sportivo di Maniace, è risultato tempestivo il sopraggiungere degli uomini della forestale, che hanno spento il rogo prima che si estendesse. Infine, a Paternò, nei pressi di Etnapolis, a fuoco mille metri quadrati di terreno.

Nunzio Leone fonte “La Sicilia” del 08-09-2010