RANDAZZO: STATALE 120, SIGLATO A ROMA IL PROTOCOLLO PER IL PROGETTO

Buone, anzi ottime notizie arrivano da Roma sul fronte dell’ammodernamento del tratto Randazzo-Fiumefreddo della Ss 120. L’Anas inserirà la realizzazione del progetto fra i lavori da iniziare nel 2011, ed entro 6 mesi completerà il progetto preliminare che le permetterà di accedere a possibili forme di finanziamenti. Questo l’esito del vertice, chiesto da tempo dal sindaco di Randazzo Ernesto Del Campo e tenuto al ministero delle Infrastrutture fra il responsabile della Direzione centrale programmazione e progettazione dell’Anas, Massimo Averardi, il direttore del Compartimento Sicilia, Ugo Di Bennardo, e il primo cittadino randazzese giunto a Roma insieme con l’ing. Biagio Bisignani. «Possiamo tranquillamente dire – afferma Del Campo al ritorno da Roma – che dopo tante parole oggi si è realmente passati ai fatti. E’ stato, infatti; firmato il protocollo d’intesa che prevede il trasferimento all’Anas dei 550 mila euro che il Comune di Randazzo anni fa aveva ottenuto dal ministero delle Infrastrutture per programmare l’ammodernamento della statale. Con questi soldi gli ingegneri dell’Anas redigeranno il progetto preliminare dell’intero tracciato». «A Roma – ribadisce il sindaco – mi è stato spiegato che il preliminare basta per inserire la realizzazione dell’opera nei piani di finanziamento, oltre al fatto che realizzare un progetto preliminare è certamente più semplice rispetto a uno definitivo, che comunque, se si continua ad operare in maniera così spedita, potrebbe essere realizzato nel 2012». Per il sindaco la volontà certa dell’Anas di realizzare l’opera sarebbe dimostrata dal fatto che subito dopo la riunione per la sottoscrizione dell’accordo si è passati ad un’altra riunione prettamente operativa. “L’Anas – continua il sindaco – ha già incaricato, anche se ancora solo informalmente, gli ingegneri Maurizio Aranini e Federico Murrone di redigere il progetto. Con loro ho già discusso delle criticità dell’attuale tracciato e dello studio di fattibilità fatto redigere dal Comune di Randazzo che, prevedendo una nuova strada realizzata in parte su nuovo tracciato ed in parte sul quello vecchio ammodernato con delle circonvallazioni attorno ad ogni centro abitato, risponde alle nostre esigenze di viabilità. Saranno però i tecnici dell’Anas a compiere le scelte progettuali”. Del Campo si sbilancia anche sui tempi: “Appena ricevute le somme dal Ministero – infatti ribadisce – gli ingegneri sorvoleranno in aereo l’intera tratta e faranno eseguire gli studi geologici e di impatto ambientale. Da quel momento in 5 mesi il tratto Randazzo-Fiumefreddo della Ss 120 potrebbe anche avere un suo nuovo progetto preliminare di ammodernamento”.

Gaetano Guidotto fonte “La Sicilia” del 03-04-2011