RANDAZZO. Sopralluogo nella sede del distaccamento dei Vdf, forse l’avvio tra un anno

La caserma c’è, i mezzi ancora no

La strada per l’apertura del nuovo distaccamento dei vigili del fuoco di Randazzo, fresco di collaudo, non è certo in discesa, ma la possibilità che venga inaugurata prima della prossima estate non è poi così remota. Lo sostiene l’ing. Alessandro Carrarese responsabile provinciale dei vigili del fuoco, giunto a Randazzo per effettuare, assieme al sindaco Ernesto Del Campo, il sopralluogo nella nuova, capiente e funzionale struttura. Assieme al comandante a Randazzo sono giunti, l’ing. Aldo Pomella e l’ispettore Venerando Grasso, oltre al caposquadra Francesco Salanitri. «Con il sindaco – ci dice Carrarese – abbiamo affrontato i problemi che dovranno essere risolti prima dell’apertura. La carenza di personale non ci permette di ipotizzare ad un distaccamento con 28 professionisti. Pensiamo quindi ad un distaccamento misto fra professionisti e volontari. Oltre a ciò – continua – c’è il problema dei mezzi che la collocazione geografica della cittadina ci impone di fornire efficienti. Per questo ho chiesto la collaborazione del sindaco affinché individui degli sponsor che possano aiutarci. Ritengo – conclude – che prima della prossima estate la nuova caserma potrà essere inaugurata». «Chiederemo finanziamenti e contributi – ci dice il sindaco Del Campo – a tutti gli enti, affinché il distaccamento di Randazzo abbia i mezzi necessari. Possiamo contare già su un finanziamento di 11 mila euro che la Provincia di Catania ha stanziato per gli arredi. A Randazzo c’è già un cospicuo gruppo di volontari addestrati. Un altro corso – conclude – inizia ad ottobre». Gaetano Guidotto

FONTE LA SICILIA 29-09-09