RANDAZZO: IN CATTEDRA LE DONNE IMPRENDITRICI DEL VINO; BRONTE: ESERCITAZIONE ANTISISMICA

0

Le donne protagoniste dell’imprenditoria nel comparto vitivinicolo etneo in cattedra. Sono state loro a tenere lezione ai numerosi studenti dell’Iiss Polivalente «Enrico Medi» di Randazzo, le «donne in carriera» nel comparto vitivinicolo siciliano: titolari di aziende, esperte di marketing e comunicazione, organizzatrici di escursioni enoturistiche. In «cattedra» Enza La Fauci, Mariangela Cambria, Elisabeth Ellis Scilio, Rosanna Romeo del Castello, Chiara Vigo, Rosita Costanzo. All’incontro sono intervenuti pure il consigliere provinciale Nunzio Parrinello e il dirigente scolastico Giuseppe Sciuto. Il convegno è servito a focalizzare punti di forza e criticità di un settore che vanta delle eccellenze e che si scontra giorno dopo giorno con le ferree leggi di mercato. Un’analisi del comparto vitivinicolo siciliano, ed etneo in particolare, dal punto di vista delle donne protagoniste in questo settore. L’iniziativa, organizzata dal giornalista Michele La Rosa e dall’associazione «La via dei Greci», con il patrocinio del Parco dell’Etna e del Movimento Nazionale Turismo del Vino, aveva lo scopo di trasmettere ai numerosi studenti dell’istituto una maggiore consapevolezza del territorio e delle sue potenzialità, con l’obiettivo di creare anche una sinergia tra le aziende locali e lo stesso istituto scolastico, che ha l’indirizzo commerciale, il turistico e la scuola alberghiera. L’iniziativa si inserisce in un contesto di attività più articolate, che vede impegnati in primo piano docenti e allievi della scuola per l’alberghiero e i servizi alla ristorazione, tanto che lo stesso plesso scolastico ha ospitato nei giorni scorsi una troupe della Rai che realizzerà un servizio giornalistico sui recenti premi conquistati a livello nazionale nelle ultime settimane.

R. P. fonte “La Sicilia” del 13-05-2010

Bronte. Sisma simulato: prova di evacuazione nelle scuole
Prova generale di evacuazione dagli edifici scolastici a Bronte. La Misericordia di Bronte, infatti, ha effettuato una esercitazione di Protezione civile insieme con le confraternite di numerosi paesi della provincia, i Rangers e gli Scout d’Europa. E’ stato simulato un evento sismico di forte intensità con danni agli edifici e numerosi feriti. Per questo è stato allestito un «Punto medico avanzato» e gli alunni delle scuole sono stati accompagnati nelle aree di raccolta. Simulato anche un incidente stradale in piazza Aldo Moro. «Lo scopo dell’esercitazione – ha spiegato Armando Paparo, governatore della Misericordia di Bronte – è stato educare la popolazione sul comportamento da tenere in caso di eventi calamitosi».

Fonte “La Sicilia” del 13-05-2010