RANDAZZO, IL RECUPERO DI 2 MONUMENTI AI RAGGI X; VERSANTE ETNA NORD CAMPAGNA PER LA DIFFERENZIATA

Nell’ambito delle manifestazioni “Autunno di Cultura, nella sala consiliare “Falcone e Borsellino” il Comune di Randazzo ha organizzato una tavola rotonda con le associazioni culturali Artemide, Icaro, Iride e con la Pro Loco sul tema “Avvio dei lavori di recupero del complesso architettonico di via dell’Agonia: quale destinazione?”. Così, dopo la relazione introduttiva del sindaco, Ernesto Del Campo, il direttore dei lavori, arch. Alfio Raineri, ha fatto il punto sullo stato dei lavori di recupero di due fra i più antichi monumenti della città, ovvero la casa e la chiesa di via Agonia, entrambi risalenti al XIV secolo. Molteplici ed interessanti i suggerimenti da parte dei rappresentanti delle associazioni, tutte apprezzate dal sindaco che ha sottolineato come l’importante complesso architettonico sarà destinato principalmente a fini culturali, con particolare riguardo al mondo giovanile.

Gaetano Guidotto fonte “La Sicilia” del 26-11-2009

 

VERSANTE NORD DELL’ETNA CAMPAGNA DI PROMOZIONE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Inizia, nel versante nord dell’Etna, una importante campagna di promozione della raccolta differenziata. La società Ato Joniambiente, infatti, ha già provveduto a consegnare ai Comuni un consistente numero di manifesti e volantini che saranno affissi e distribuiti in uffici, scuole e zone nevralgiche del territorio. Sia i manifesti, sia i volantini indicano in maniera chiara gli orari e i giorni del ritiro della raccolta differenziata. Gli utenti, così, potranno rispettare gli orari per il conferimento dei rifiuti, a seconda della loro tipologia, e ricordarsi che la Joniambiente mette a loro disposizione un numero verde 800 911 303 da contattare anche, per esempio, per consentire agli addetti di ritirare direttamente da casa i rifiuti ingombranti, invece di perdere tempo e fare fatica per gettarli abusivamente nelle campagne. La campagna, voluta con forza dal presidente della joniambiente Francesco Rubbino, serve però anche a informare gli utenti che, solo aumentando gli indici della raccolta differenziata, il servizio potrà essere migliore e meno costoso. Per questo il presidente Rubbino ci tiene a sottolineare come questa non sia facoltativa, ma obbligatoria: “Non finiremo mai di dirlo – ci dice Rubbino -. Fare la raccolta differenziata e farla bene è un preciso obbligo di legge. Gli utenti fanno bene a pretendere un buon servizio, ma devono anche sapere che hanno dei doveri, che, oltre a fare la raccolta differenziata, impongono a tutti noi di conferire i rifiuti negli orari stabiliti dalle ordinanze sindacali e tenere pultit i paesi. E’ tutti insieme – conclude – che renderemo migliore, più efficace, ed economico il servizio di raccolta dei rifiuti”.

Fonte “La Sicilia” del 26-11-2009