RANDAZZO: DRAMMATICO INCIDENTE SULLA SS. 284 UNA 18ENNE DI RANDAZZO PERDE LA VITA

Sabato sera amaro per Randazzo, una giovane di 18 anni, ha perso la vita in un terribile incidente stradale sulla SS.284 al Km. 3,500 circa. La giovane tornava con altri coetanei da una festa in un ristorante lì vicino. Erano circa le 2,30 quando la ragazza ed altri tre amici lasciavano la festa per rincasare. Qualche chilometro dopo la tragedia; l’auto, una Fiat Punto, non si sa per quale causa, è uscita di strada ribaltandosi, e nell’urto ad avere la peggio è stata proprio la ragazza. Subito sul posto sono arrivate le ambulanze di Randazzo e Maletto, ma mentre gli altri tre occupanti venivano portati all’ospedale di Bronte senza gravi ferite, si vedeva che per la sfortunata ragazza c’era ben poco da fare, in quanto l’urto le era stato fatale. Sul posto arrivavano subito anche i Carabinieri del nucleo radiomobile di Randazzo, ed i Vigili del Fuoco di Maletto. I carabinieri hanno effettuato tutti i rilievi necessari a stabilire la dinamica dell’incidente. Ma purtroppo il sabato sera ha portato via un’altra vita, ed è sempre più alto il tributo che si paga. Anche le strade della nostra zona fanno la loro parte, ma a tutto ciò si pensa solo dopo che avvengono le tragedie che scompigliano la vita di intere famiglie.

L’ARTICOLO DE “LA SICILIA” DEL 08-12-2008

Brutta vigilia dell’Immacolata ieri nella città di Randazzo, funestata dalla notizia della morte di una giovanissima ragazza, rimasta vittima di un’incredibile incidente stradale. Si tratta di Jessica D’Amico, da giugno scorso diciottenne e prossima al diploma presso l’Istituto tecnico commerciale di Randazzo. La ragazza assieme ad altri amici aveva partecipato alla festa di compleanno in un ristorante di Maletto. Poi intorno alle due di notte, quando la festa era finita, assieme ad una compagna è salita a bordo della Fiat Punto di un amico che si era offerto di accompagnarle a casa. Tette e tre si sono diretti verso Randazzo, quando al chilometro tre e mezzo della Strada statale 284 qualcosa è accaduto. Forse a causa dell’asfalto reso viscido dall’umidità, il conducente ha perso il controllo della vettura che inspiegabilmente è uscita di strada, ribaltandosi su se stessa prima di fermarsi nuovamente sulle sue ruote. Jessica era seduta sul sedile posteriore e nell’urto ha battuto violentemente il capo in maniera fatale. Gli altri due amici invece sono usciti quasi illesi dall’abitacolo. Sono stati gli automobilisti immediatamente sopraggiunti a lanciare l’allarme e così sono arrivati i carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Randazzo e l’ambulanza del 118. Il medico ha fatto il possibile per rianimare la ragazza, ma per lei non c’era più nulla da fare, ed inutile è stata la corsa verso l’ospedale Garibaldi di Nesima. Sul posto anche i vigili del fuoco e l’ambulanza del 118 di Maletto che ha accompagnato gli altri due ragazzi, in chiaro stato di choc, al Pronto soccorso dell’ospedale di Bronte, dove i medici, per le contusioni riportate, li hanno giudicati guaribili in pochi giorni. Straziante l’arrivo sul luogo dell’incidente dei genitori. Jessica era una ragazza d’oro. Stava per diplomarsi ed aveva tanti sogni nel cassetto. Era ben voluta da tutti, aveva tanti amici che la stimavano per la sua semplicità e la sua voglia di vivere. La notizia ben presto già durante il mattino di ieri ha fatto il giro dei bar e dei luoghi pubblici di Randazzo, ed il sindaco, dott. Ernesto Del Campo, in segno di lutto, ha annullato il concerto previsto per ieri sera.

Gaetano Guidotto fonte “La Sicilia” del 08-12-2008