PARCO DELL’ETNA DE LUCA, SINDACO DI MALETTO, VICEPRESIDENTE

0

Il Senatore Firrarello polemico nei confronti dell’MPA

Il Parco dell’Etna ha un nuovo vice presidente e un neo componente del Comitato esecutivo. Si tratta, rispettivamente, del sindaco di Maletto, Giuseppe De Luca, eletto “numero due” dell’Area protetta, e dell’assessore al Turismo del Comune di Nicolosi, Marisa Mazzaglia. A eleggerli è stato il Consiglio del Parco dopo una votazione che non ha risparmiato attacchi politici. “Ringrazio i sindaci – ha affermato De Luca – che, eleggendomi vice presidente, mi hanno dato mandato a svegliare, se necessario anche con la forza, questo Parco, affinchè da vincolo fine a se stesso si trasformi in volano per lo sviluppo”. “E’ stata – continua De Luca assieme al sindaco di Bronte, Pino Firrarello – un’elezione segnata dall’atteggiamento ostruzionistico della componente dell’Mpa. Molti di loro, infatti, nonostante siano stati visti all’interno della sede del Parco, non hanno voluto partecipare alla votazione. Lo stesso commissario, Ettore Foti, prima ha chiesto il rinvio della votazione e poi, durante le operazioni di voto, ha annunciato le sue dimissioni, rientrate solo dopo una sospensione.  L’impressione che abbiamo avuto è che si volevano far prevalere gli interessi di bottega alle normali esigenze di rappresentanza del territorio, ma noi non lo abbiamo permesso”. “Qualora ce ne fosse stato bisogno – continua Firrarello – abbiamo avuto la riprova di come viene calpestato il diritto negli enti regionali sui quali agisce il presidente della Regione. Il caso del Parco dell’Etna è emblematico, poiché nonostante ci sia l’esecutivo eletto, questo continua a essere commissariato, in dispregio alle istituzioni democratiche che chiedono a gran voce la nomina del presidente per normalizzare la vita istituzionale dello stesso Parco. La situazione – aggiunge Firrarello – è ancora più pesante in altri enti, come il Parco dei Nebrodi, dove, pur essendo definito l’intero Cda, il presidente attraverso il suo assessore sostituisce i commissari, lasciandoci un ente che non può disporre della rappresentanza giuridica democratica. Mi auguro – conclude Firrarello – che l’Assemblea regionale, che ne avrebbe i poteri, intervenga per riportare alla normalità la vita degli enti in Sicilia”. Alla fine, De Luca ha ottenuto 14 voti su 15, mentre la Mazzaglia ha ottenuto 12 preferenze. Il Consiglio del Parco ha anche approvato il bilancio preventivo per il 2009 e lo schema di Piano triennale d’intervento delle opere pubbliche.

 Fonte “La Sicilia” del 01-04-2009

Al neo Vice Presidente, vanno, naturalmente, gli auguri da parte del nostro Staff, per il prestigioso ed oneroso incarico ricevuto, affinchè riesca finalmente a muovere qualcosa in questo Ente.