MALETTO: GIORNATA DI SCREENING PER L’OSTEOPOROSI, ESEGUITE 140 MOC

0

Giornata di approfondimenti ed esami per gli anziani di Maletto, a seguito delle manifestazioni organizzate dall’ ASL 3, distretto di Bronte, rappresentata dal dipendente Salvino Luca, per monitorare e fare conoscere agli anziani, le complicazioni derivanti dall’osteoporosi. In un centro anziani affollatissimo, ed alla presenza del Sindaco di Maletto, Pippo De Luca, del Presidente del Consiglio, Giuseppe Spatafora, dell’Assessore ai Servizi Sociali, Salvo Gulino, e del Consigliere Comunale Luigi Saitta, si è prima tenuta una conferenza, in cui il dottor davide Taverna, dell’equipe medica del Prof. Domenico Maugeri, Direttore U.O. di Geriatria,  dell’Ospedale Cannizzaro di Catania, ha spiegato la provenienza ed i rischi derivanti da questa malattia, ed in seguito ha eseguito vari esami con la MOC ( Mineralometria Ossea Computerizzata). A fare gli onori di casa, il Presidente del Circolo Anziani di Maletto, sig. Salvatore Russo, che ha donato una targa all’equipe medica. L’equipe medica, composta dai dottori Taverna Davide, Fiore Valentina, Zuccaro Carmela e Mamazza Grazia, ha eseguito ben 140 esami con la MOC. Tale esame. Eseguito tramite raggi X, rappresenta oggi la metodica di riferimento nella diagnosi dell’osteoporosi. Viene eseguita tramite un sottile fascio di Raggi X, che penetrando attraverso i tessuti calcola la densità degli stessi, rilevando il patrimonio minerale dello scheletro, e consentendo, nel tempo, di valutare eventuali modifiche e variazioni. Non è invasiva, ed inoltre non presenta rischi per l’assorbimento delle radiazioni che sono quasi nulle. Per quanto riguarda l’osteoporosi, è una malattia che si manifesta maggiormente nelle persone anziane. I principali fattori di rischio sono l’età, fattori genetici quali carenze di ormoni tra cui gli estrogeni, malattie quali cirrosi o artrite reumatoide, o malattie ereditarie quale l’osteogenesi imperfetta. Può causare danni alle ossa, fra cui fratture e rotture. Sugli esami eseguiti a Maletto, abbiamo avuto una bassa percentuale di persone con tale patologia, tranne alcuni già in cura, sono stati rilevati pochissimi casi di positività, e tutte ad una condizione di osteoporosi abbastanza lieve. Soddisfazione alla fine, sia per i medici, sia per gli Amministratori ed il personale dell’Asl 3 intervenuto, per la grande partecipazione dei Malettesi.

STAFF www.bronte118.it/