MALETTO CALCIO, ESORDIO CON DERBY NELLA NUOVA CATEGORIA

0

Inizierà con un derby l’avventura del Maletto nella nuova categoria in cui è giunto dopo essere arrivato 2° nel girone di Seconda Categoria, ed aver vinto i play-off. Il derby sarà quello con il Randazzo, che darà il via al 1° Turno di Coppa Sicilia, composta da un triangolare con Randazzo e Virtus Catania (13-09 Maletto-Randazzo; 17-09 Randazzo-Virtus Catania; 21-09 Virtus Catania-Maletto a Belpasso), visto che il campionato inizierà alla fine di settembre. Si disputerà sabato 13 Settembre a Maletto con inizio alle 16,00, noi di bronte118 siamo andati a trovare la squadra durante la preparazione per sentire le opinioni del Presidente, dell’allenatore e del Direttore Sportivo sulla nuova avventura che sta per iniziare. Ne è venuto fuori un colloquio chiaro, aperto e dettagliato sulle ambizioni della società e della squadra di ben figurare in campionato. Nei dettagli le interviste, la rosa ed il girone in cui giocherà il Maletto. Sono usciti i gironi del campionato Siculo di Prima Categoria, gironi che ancora al momento sono provvisori, e che potrebbero, in seguito a forfait e ripescaggi, cambiare. Il Maletto che sarà una matricola di questo campionato, è stato inserito nel Girone E con: Atletico Pedara (rip.), Calatabiano, Cometa Biancavilla, Fiumefreddese, Inessa, Leonfortese, Maletto, Mascali, Nicosia, Peonia Riposto, Piedimonte, Randazzo, Real Paternò Fazio e San Sebastiano Calascibetta.

Il girone presenta tre trasferte lunghe nell’ennese, e poi tutte squadre della zona, tra cui spicca il ripescato Atletico Pedara, sconfitto dal Maletto nella Finale Play Off di Maggio, ed il derby di zona con il Randazzo, che giunto terzo lo scorso anno, ora punta direttamente al salto di categoria. Anche la Cometa Biancavilla lo scorso anno giunse seconda, e sicuramente cercherà di riconfermarsi. Nel girone anche la Peonia Riposto che lo scorso anno era nel girone del Maletto, ed Piedimonte e Calatabiano che lo scorso anno hanno faticato a salvarsi e che quest’anno vorranno dire la loro. Per quanto riguarda il Maletto, che è alla sua prima esperienza in Prima Categoria, c’è da dire che il Presidente Proto e tutta la società, hanno riconfermato il mister Ignazio Orefice, autore lo scorso anno di un ottimo campionato culminato con la promozione. Al Presidente Proto abbiamo chiesto alcune delucidazioni sul prossimo campionato di 1° categoria, novità per il Maletto.

Presidente come si prepara la società a questa nuova avventura con l’esordio in 1° categoria?

“E’ un’avventura ed una grande novità per la società e per tutto il paese. Naturalmente contiamo di avere un occhio di riguardo dall’amministrazione, e un seguito di pubblico costante. E’ importante soprattutto adeguare il terreno del campo sportivo, in quanto non più idoneo al tipo di attività ed al campionato che ci apprestiamo a svolgere”.

Come le sembra il girone in cui vi hanno inserito?

“Nel girone il Maletto è la squadra che rappresenta il Comune più piccolo. Con la presenza di squadre di grossi centri e che hanno investito molto in questa categoria, e che si aspettano molto in un girone sicuramente molto competitivo”.

Quanto avete investito per la Prima Categoria?

“E’ sicuramente un campionato che è al di sopra delle nostre possibilità, e serviranno cifre notevoli per la nostra realtà, influiranno anche delle trasferte lunghe tra cui Leonforte, Nicosia, e Calascibbetta. Comunque cercheremo di spendere meno possibile, continuando a seguire quanto fatto in questi anni, e guardando con oculatezza di gestione di eliminare le spese superflue. Comunque ringrazio l’Amministrazione con in testa il Sindaco De Luca,  tutti gli sponsor che hanno deciso di aiutare la società in questa avventura, ma soprattutto tutti i nostri soci che con il loro lavoro ed impegno ci permettono di andare avanti”.

Cosa ci dice degli investimenti sui giocatori?

“Gli arrivi di Imbrosciano, un attaccante che ha realizzato 15 gol lo scorso campionato in Promozione con il Biancavilla pur giocando poco, Conti, Parasiliti, Destro e il ritorno di Saitta, possono colmare il gap di categoria, anche se le perdite di Orefice, Rubino, Neri, Bruno e Venia non saranno indolori. Naturalmente contiamo di lanciare qualche giovane in prima squadra, sulla riga di quanto fatto negli anni precedenti. Se sarà necessario qualche ritocco a campionato in corso vedremo dove poter arrivare. Ma lo sforzo maggiore ed il più riuscito, è quello di avere confermato il gruppo dello scorso anno, a partire dall’allenatore Ignazio Orefice”

Gli obbiettivi per il prossimo campionato?

“L’obiettivo principale resta quello di una salvezza tranquilla, non scordiamoci che siamo una matricola in questo campionato, cercheremo di essere una matricola terribile”.

 

Il Direttore Sportivo Nino Levi, che dal 2001 segue il Maletto, e che ha lavorato con molti giovani che ora compongono la rosa della prima squadra, da quest’anno si occuperà in prima persona del settore giovanile del Maletto, chiediamo anche a lui delle considerazioni sulla nuova stagione. Come è stato il mercato del Maletto?

“Il Maletto ha investito per gli arrivi di Imbrosciano, Conti, Parasiliti, e Saitta, elementi ottimi e che danno valore al gruppo che ha vinto il campionato scorso. A livello giovanile avremo la Juniores, che conta molti allievi dello scorso anno, e che sarà seguita da me, i Giovanissimi, che saranno seguiti da Peppe Catania, gli Esordienti curati da G. Cantarella ed la Scuola Calcio che è l’inizio per ogni bambino che si vuole avvicinare a questo sport”.

Infine il mister Ignazio Orefice, che dopo aver aggiunto un’altra promozione al suo palmares di allenatore, si prepara a questa nuova stagione, la prima domanda che gli rivolgiamo non può non riguardare la partita di esordio in coppa di sabato contro il Randazzo

Mister, sabato esordio con derby per il Maletto?

“Cercheremo di fare bella figura contro una squadra che, dopo il 3° posto dello scorso anno, parte con la chiara intenzione di vincere il campionato”

Come Le sembra il girone in cui è stato inserito il Maletto?

“Il girone è sicuramente difficile, ma anche lo scorso anno è stato così, ci sono sicuramente 5-6 squadre tra cui il Randazzo,la Cometa Biancavilla, il Real Fazio Paternò, che partono per vincere il campionato. Noi, come sempre, cercheremo di fare il massimo per giungere il prima possibile al nostro obiettivo che è quello di una salvezza tranquilla”.

Una valutazione tecnica sulla rosa a sua disposizione?

“Una squadra costruita per una salvezza tranquilla, che rimane l’obiettivo principale della squadra”.

Come giudica il lavoro svolto dalla società per preparare il campionato?

“La società sta facendo il massimo, considerati i mezzi che ha a disposizione, per potere svolgere un campionato dignitoso”

Chi gli mancherà di più dei giocatori della scorsa stagione e come giudica i nuovi arrivi?

“Della scorsa stagione mi mancheranno Rubino e Bruno, due giocatori che non saranno con noi per motivi di lavoro, i nuovi arrivi li giudicheremo dopo le prime partite, per ora posso solo dire che si sono integrati bene con il gruppo, e che il loro impegno in fase di preparazione ed agli allenamenti e sempre stato al massimo”.

Qua si conclude la nostra breve visita al Maletto, da sabato la parola passa al campo, visto che già nella gara di esordio vedremo a che punto è la squadra. Da parte nostra possiamo augurare solo un grosso in bocca a lupo a tutti, società staff tecnico e giocatori per il prossimo campionato.

LA ROSA DEL MALETTO 2008-2009

ALLENATOREIgnazio Orefice

COLLABORATORI TECNICI: Vincenzo Mannino, Pino Sangrigoli (allenatore dei portieri)

PORTIERI: Vitaliti; Schilirò M.; Spampinato;  ed i giovani Mineo e Mandanici;

DIFENSORI: Liuzzo; Straci; Saitta; Gulino; Schilirò G.; Sirna; Spampinato A.;

                        Conti ( proveniente dal S.Domenica Vittoria)

CENTROCAMPISTI: Fornito; Cantarella; Maio; Capizzi G.; Fallico; Spartà; e Parasiliti (proveniente dalla Benacense, eccellenza del Trentino)

ATTACCANTICaserta; Sangregorio; Destro ( proveniente dalla Maniacese) ed

                            Imbrosciano (proveniente dal Biancavilla)

 

STAFF www.bronte118.it/