ETNA NORD: TURISTI TEDESCHI A PIEDI SOCCORSI SULLA STATALE PER MALETTO. A RANDAZZO CADE UN PALO DELLA LUCE

gullChi solitamente diffida delle previsioni meteo, questa volta si è dovuto ricredere. Come previsto, ieri mattina, l’intero versante nord dell’Etna si è svegliato sotto una coltre di neve e, come avevano previsto i meteorologi, ha nevicato per tutto il giorno. Temperature basse ovunque, anche se sotto lo zero solo a Maletto, dove la neve è caduta copiosa. Fortunatamente essendo domenica in pochi si sono avventurati con le auto lungo le strade statali, percorribili comunque solo con catene o pneumatici da neve. E come sempre, chi lo ha fatto senza gli accorgimenti dovuti ha avuto qualche problema. Auto in panne, infatti, sulla Statale 120 a Solicchiata, e parecchie difficoltà sulla Statale 284, nelle salite che da Bronte conducono a Maletto.

IL PALO CADUTO A RANDAZZO Foto da Facebook
IL PALO CADUTO A RANDAZZO Foto da Facebook

Gli spazzaneve sono passati di buon mattino, alle 10, e poi nel pomeriggio, ma a causa del freddo e delle vere e proprie bufere di neve che infuriavano ad intermittenza, alla fine le strade erano sempre imbiancate e scivolose. Fortunatamente nessun incidente. L’Anas ieri pomeriggio ha dovuto soccorrere una comitiva di turisti tedeschi che, infreddoliti, si sono avventurati a piedi sulla Statale 284 da Randazzo in direzione di Maletto. La neve ha continuato a cadere copiosa fino a sera e, siccome le previsioni meteorologiche annunciavano forti nevicate per tutta la notte, i sindaci di Bronte, Randazzo, Maletto e Maniace hanno deciso di chiudere oggi tutte le scuole di ogni ordine e grado. Intanto a Randazzo, ieri mattina si è sfiorata la tragedia. Intorno le 8,30, in via dei Romano il vento ha abbattuto un grosso e alto palo dell’illuminazione pubblica che ha sfiorato una bancarella del mercato domenicale che per fortuna non ha travolto nessuno. E siccome questo è il terzo palo dello stesso tipo che in poco tempo cade a Randazzo comincia ad aleggiare una giustificata psicosi: “Disporrò immediatamente  – ci dice il sindaco Michele Mangione – una ispezione per verificare perché questo e gli altri 2 pali sono caduti. Poi farò verificare la solidità degli altri”. L.S. Fonte “La Sicilia” del 18-01-2016