CALCIO LOCALE: LE PAGELLE DELLA STAGIONE

E’ finita la stagione calcistica, e per la prima volta, dopo le statistiche, diamo un voto ai protagonisti, una stagione soddisfacente per le squadre locali, Maletto salvo, Bronte e Randazzo promosse, Maniacese quasi ai playoff. Tante note positive, ma anche qualche nota stonata, che analizzeremo punto per punto. Come al solito, le pagelle sono dei giudizi personali, che non devono dare adito a discussione, ma presi come spunto per un miglioramento,e capire che se una critica viene rivolta, è solo costruttiva e sprone per dare sempre di più. Tutti i giudizi sono puramente a livello calcistico, sottolineando che sotto il completino da calciatore ci sono sempre delle ottime persone sul cui profilo non si può dare nessun giudizio.

PRIMA CATEGORIA GIRONE “E”

REAL S. VENERINA VOTO 10: Una squadra che ha lottato fino alla fine per la promozione, e che alla fine l’ha spuntata battendo la San Pio. Lo scorso anno era giunta ai playoff, quest’anno ha fatto il salto di qualità, e alla fine è giunta la vittoria in campionato. Da Applausi.

SAN PIO X VOTO 8: E’ partita alla grande, e con i favori del pronostico, ma alla fine è stata battuta ai play off dalla Real Belpassese, non è riuscita a piazzare il colpo finale, ed allo sprint ha perso tutto quello che di buono aveva fatto. Arrendevole

REAL BELPASSESE VOTO 9: Un campionato in crescendo, culminato con la vittoria nei play off. Ma è mancata nel colpo finale, perdendo la finale play off contro lo Scordia. Comunque un’ottima annata che per niente non ha portato una inaspettata promozione. Sorpresa.

LINERI MISTERBIANCO VOTO 10: Una squadra che l’anno prima lotta per la salvezza e che l’anno dopo arriva ai playoff, merita sicuramente un buon voto, soprattutto per il fatto di aver cambiato poco, e di essersi lasciato dietro squadre molto più blasonate. Piacevole.

COMETA BIANCAVILLA VOTO 9: Stavolta la Cometa è riuscita ad arrivare ai playoff, anche se è stata eliminata alla prima partita. Comunque un buon campionato, che può servire a gettare le basi per migliorare il prossimo anno.

REAL PATERNO’ VOTO 5: Una squadra partita per giocarsi la promozione, ma che ha perso per strada smalto e lucidità, non riuscendo ad arrivare nelle prime 5 posizioni. Tra l’altro ha anche perso ottimi elementi, e dovrà lavorare per rifondare un gruppo da promozione.

GIARDINI NAXOS VOTO 7: Una stagione senza infamia né lode, un campionato tranquillo, che per poco non regalava i play off. Comunque una discreta stagione.

DACCA ACI S. ANTONIO VOTO 7: Un’esordiente che ha disputato un discreto campionato, salvezza tranquilla con qualche acuto, e una base per migliorare in futuro.

ATLETICO PEDARA VOTO 6: All’inizio sembrava tra le probabili vincitrici del campionato, poi si è perso, perdendo diverse partite e trovando solo nelle ultime partite la necessaria tranquillità, me soprattutto i punti per la matematica salvezza.

MALETTO VOTO 6: Una squadra che l’anno prima arriva al sesto posto, non doveva fare il campionato che ha fatto. Purtroppo non ha dato quanto poteva, e solo con il cambio di allenatore è riuscito ad avere la scossa necessaria a salvarsi. Considerato lo sforzo della società per allestire un organico discreto, arriva alla sufficienza solo per gli sforzi profusi, annata da dimenticare.

DESPORT GAGGI VOTO 6: Sembrava dovesse fare i play off, ma poi ha intrapreso un cammino che l’ha portato tra gli ultimi, niente di speciale e salvezza conquistata in casa.

CALCIO VALVERDE VOTO 6: E’ riuscito a salvarsi passando per i play out, è con l’organico della squadra è già un buon risultato, deve investire per non passare un altro anno da incubo.

REAL ACI VOTO 4: Lo scorso anno si era salvato ai play out, quest’anno, invece, è stato condannato da un Valverde cinico e spietato. Errare è umano, ma sperare per 2 anni di seguito di riuscire a salvarsi ai play out è veramente diabolico.

S. ALESSIO VOTO 5: E’ arrivato ultimo, con la conseguente retrocessione, nel finale ha cercato di recuperare qualcosa, ma un punto lo ha condannato alla seconda categoria. Poco da salvare.

LE PAGELLE DEL MALETTO CALCIO

SOCIETA’ VOTO 6: Ha lavorato per allestire un buon organico, né è la prova l’arrivo di Sapia e Bua, due ottimi giocatori di categoria, purtroppo la società non è riuscita a dare quella scossa necessaria a migliorare la classifica. Da rivedere il prossimo anno.

MISTER CURRENTI VOTO 6: L’anno precedente era riuscito a portare un Maletto dati per spacciato, al 6° posto in classifica. Quest’anno, complici vari motivi, disavventure e sfortuna, ha raccolto molto poco, specie in casa, tanto da essere stato sostituito a 7 giornate dalla fine.

MISTER TOMASELLI VOTO 8: E’ arrivato alla fine, ma è riuscito a fare 13 punti in 7 partite, portando il Maletto a guadagnarsi una agognata salvezza. Ma soprattutto ha ridato morale e fiducia ad una squadra divenuta abulica e col morale sotto i tacchi.

FINOCCHIARO 23 Presenze 4 Gol, VOTO 8: Lo scorso anno era stato il faro della squadra, quest’anno, come tutti, ha perso qualcosa, ma la classe e la bravura che ha non si discute, deve essere il punto di riferimento per il futuro.

CATANIA 23 Presenze 2 Gol, VOTO 9: Federico è cresciuto molto, diventando un punto di riferimento in difesa, ogni tanto ha qualche lapsus dovuto anche all’irruenza giovanile. Per lui da segnalare anche 2 gol realizzati, sfruttando gli inserimenti su calcio da fermo.

CASERTA 22 Presenze 10 Gol, VOTO 10: Un’annata da incorniciare per Peppe Caserta, bomber della squadra con 10 gol realizzati. Nonostante la pessima annata della squadra, Peppe èarrivato in doppia cifra, pur giocando sempre al servizio della squadra.

PROIETTO BATTURI 22 Presenze 5 Gol, VOTO 8: Un’ altro giocatore che ha sofferto molto,ma che nel finale, con il cambio modulo, ha fatto vedere il vero valore. Nunzio è un giocatore che sa cambiare il ritmo di gioco, ma sa anche andare in gol, 5 reti sono un buon bottino.

ALESSANDRO SPAMPINATO 22 Presenze, VOTO 8: Un altro giovane che è maturato tantissimo, titolare inamovibile sulla fascia sinistra, si è adattato a giocare sia con la difesa a 3 che a 4, dando ottime garanzie e con preziosi spunti nelle ripartenze.

SALVO CAPIZZI 20 Presenze, VOTO 7: Un giocatore che ha dato meno di quello che poteva, Salvo è un’ottimo elemento, ma che deve impegnarsi di più, perché ha le basi per giocare.

LIUZZO 19 Presenze 1 Gol, VOTO 7: Un altro giocatore che ha dato meno di quanto poteva, nervoso in molte partite, ha preso anche qualche espulsione di troppo, e che si poteva evitare, deve ritornare alle sue normali prestazioni, per dare un grande apporto alla squadra.

CALA’ CAMPANA 17 Presenze, VOTO 7: Un elemento molto utile alla squadra, e che quando è stato chiamato in campo ha sempre dato il suo apporto con il massimo impegno.

CANTARELLA 17 Presenze, VOTO 6,5: Gabriele ha passato una stagione molto altalenante, a volte sotto la sufficienza, a volte giocando alla grande, ha sicuramente risentito dell’operazione avuta, ma ha avuto il coraggio di rimettersi in gioco.

ANTONIO RUSSO 17 Presenze VOTO 6: Un altro giovane alla ribalta, ma che ha sicuramente dato meno di quanto poteva, ha il fisico e i piedi per giocare, ma deve avere molta più convinzione, e metterci sicuramente molto più impegno.

ZERBO 16 Presenze 1 Gol, VOTO 5: Un’annata da dimenticare per Zerbo, lo ha sicuramente penalizzato la poca voglia di giocare. Ha i mezzi e il fisico per fare bene, ma deve migliorare.

SAPIA 15 Presenze VOTO 7: Un baluardo in difesa, un giocatore che sa utilizzare benissimo sia i piedi che la testa, un’acquisto ottimo per la squadra e per il gruppo,da riconfermare.

SANGREGORIO 14 Presenze 4 Gol, VOTO 7; Un altro elemento che ha risentito dell’amara stagione della squadra, ma resta comunque un giocatore molto utile, specie quando c’è da imporre il gioco agli avversari. Un’annata altalenante, ma la tecnica c’è sempre.

BUA 12 Presenze 7 Gol VOTO 8: Un altro giocatore che è un lusso per la categoria, arrivato a gennaio, ha avuto un’ottima media gol, anche se molte volte è stato schierato dietro le punte. Un giocatore da riconfermare per costruire una buona squadra.

GUGLIUZZO 10 Presenze 1 Gol VOTO 7: Un giovane che ha dato ottime prove, a volte ha sbagliato qualcosa, ma è normale per un esordiente, nel finale ha dato prova di essere pronto per un impiego più continuo in campionato.

GIUSEPPE CAPIZZI 10 Presenze, VOTO 5: Fermato da una lunga serie di infortuni, Peppe ha perso lo smalto che lo ha contraddistinto nelle precedenti stagioni. Può ancora dare molto alla squadra, ma deve avere il coraggio di ripartire e di rimettersi in gioco.

SCHILIRO’ 9 Presenze 10 Gol Subiti VOTO 6,5: Impiegato dopo la squalifica di Migneco, Marco ha giocato bene, ma anche lui ha risentito del momento negativo della squadra, a dicembre ha scelto di andare a giocare a Maniace, ed ha lasciato la porta del Maletto.

MIGNECO 8 Presenze 12 Gol Subiti VOTO 6: Inizio molto nervoso, poi ha giocato poco per problemi legati al lavoro che lo hanno portato fuori da Maletto, e impossibilitato ad allenarsi con continuità. E’ sempre un elemento di notevole esperienza.

LUCA 8 Presenze, VOTO 6: Altro elemento utilizzato nei momenti di emergenza, e che ha dato il suo apporto, con il massimo impegno.

MERITO 6 Presenze VOTO 6: Inizio in sordina, poi ha scelto di emigrare alla Cometa, non ha voluto proseguire, per motivi personali, l’avventura a Maletto.

MATTEO RUSSO 6 Presenze VOTO 7: Un giocatore che nel finale ha dato qualcosa in più, e che ha dimostrato di poter fare parte di questo gruppo, la giovane età è un punto a suo favore.

D’AMICO 5 Presenze 5 Gol Subiti VOTO 7: Giunto nel finale, è riuscito a non far rimpiangere Migneco, conquistando la fiducia dei compagni e dei tifosi. Ottimo per quel che ha fatto.

RICCARDO SPAMPINATO 4 Presenze 6 Gol Subiti, VOTO 6: Un altro elemento che si è rimesso in discussione, gli serve più sicurezza e continuità, ma deve impegnarsi di più.

VINCENZO CAPIZZI 4 Presenze, VOTO 6: Lo scorso anno aveva giocato molto di più, quest’anno ha fatto un passo indietro, anche a causa di guai fisici, è comunque un giovane.

SERRAVALLE 3 Presenze VOTO 6: Un voto sulla fiducia, ha giocato poco ma ha iniziato a fare parte di un gruppo e di una categoria in cui può dare il suo apporto.

MANNINO 2 Presenze VOTO 6: Un giocatore ormai 40enne, che ha giocato nel momento del bisogno, ottimo e prezioso, invece, il suo apporto a mister Tomaselli.

SORDINI 1 Presenza VOTO 6: Una sola presenza, ma un voto conquistato per la presenza agli allenamenti e a dare il suo apporto alla squadra.

GIANGRECO 1 Presenza VOTO 6: Esordio premio per un giovane che si è impegnato a fondo nella formazione Juniores, uno per il futuro.

SECONDA CATEGORIA GIRONE “F”

BRONTE VOTO 10: Seconda promozione consecutiva, per la squadra condotta da Riccardo Saitta, segno che il lavoro svolto ripaga. Un’annata da incorniciare e che ha dimostrato le buone qualità di alcuni giocatori. Mister Saitta ha svolto un lavoro che ha lasciato il segno, due vittorie in campionato e la supremazia nei campionati giovanili delle squadre da lui allenate ne sono la prova. Il prossimo anno lo rivedremo protagonista assieme al Bronte, del campionato di Prima categoria, da segnalare il sempreverde bomber Imbrosciano, capocannoniere del girone con 23 gol, e poi i vari Genna (10 gol), Antonuzzo (10 gol), ma anche i tanti giovani che si sono conquistati con ottime prestazioni il posto in prima squadra. Unica nota negativa, i 32 gol subiti, un numero eccessivo per una squadra che vince il campionato.

RANDAZZO VOTO 10: Un campionato in crescendo, culminato con la vittoria ai play off e la relativa promozione, sotto la sapiente guida di mister Egidio Petrullo. Ma la vittoria del Randazzo è soprattutto nel carattere, riuscendo, dopo una disastrosa retrocessione, a ricostruire tutto, partendo dalla società, fino alla squadra, che dopo una partenza altalenante, è riuscita a mettersi sul giusto binario, riuscendo a concludere al terzo posto, e vincendo meritatamente i play off. Un altro atteso ritorno in prima categoria. Oltre al gran lavoro svolto dalla società e da mister Petrullo, da sottolineare l’annata di Corrente, giocatore di altra categoria, che ha realizzato 17 gol più quelli nei play off, ma anche di Calà, di Scandurra, Vitaliti e dei longevi fratelli D’Amico, che hanno cercato di mettere la loro esperienza al servizio della squadra. Ma anche dei molti giovani impiegati.

ROBUR LETOJANNI VOTO 9: Era partita come antagonista del Bronte, riuscendo anche a superarlo, ma nel finale ha mollato, e poi è dovuta soccombere alla maggiore forza e determinazione del Randazzo.

CITTA’ DI GAGGI VOTO 7: Squadra arrivata ai play off per demeriti altrui, più che per meriti propri, e contro il Randazzo si sono visti i limiti di una squadra che è stata travolta dagli attaccanti avversari.

SPORTING TAORMINA VOTO 8: All’inizio è partita in sordina, ma poi è riuscita ad arrivare ai play off in cui ha perso contro la Robur, campionato comunque positivo.

MANIACESE VOTO 7: Una occasione persa, poteva benissimo arrivare ai play off, ma i molti punti persi in casa hanno compromesso il campionato. Comunque annata positiva per la squadra allenata da Ciccio Conti, il prossimo anno potrebbe benissimo ambire a qualcosa in più, specie se recupera un giocatore come Destro, e se riconferma il gruppo.

S. ALFIO VOTO 7: Una matricola che è riuscita a salvarsi senza tanti patemi, anzi poteva anche ambire ai play off se avesse avuto maggiore continuità.

RUSSOCALCIO VOTO 6: Poteva e doveva fare di più, purtroppo non è riuscita a farlo e ha dovuto cedere il passo a formazioni meno blasonate.

LETOJANNI VOTO 6: Ha dovuto subire la supremazia dell’altra squadra di Letojanni, ma ha comunque onorato il campionato raggiungendo una tranquilla salvezza.

PISANO – S.M AMMALATI VOTO 6: Inizio pessimo, poi la lenta ma continua ripresa che ha portato ad una tranquilla ed anticipata salvezza.

S. DOMENICA VITTORIA VOTO 5: Una salvezza raggiunta sul filo di lana, con un gruppo di giocatori da altri obiettivi, forse è mancato un po’ di forma e allenamento in più.

UNIONE CESARO’ S. TEODORO VOTO 5: Amaro ultimo posto e relativa retrocessione (tranne ripescaggio), per una squadra che non meritava l’ultimo posto. Purtroppo i risultati e la classifica sono impietosi e hanno condannato la squadra alla retrocessione.

TERZA CATEGORIA

SPORTING MALETTO VOTO 4: Una squadra nata per divertirsi, ma che non riesce ad avere la necessaria continuità, il gruppo non è da buttare, anzi ci sono ottimi elementi, ma è necessario ripartire ed avere un’umiltà che potrebbero portare a qualcosa in più. Che ogni anno si concluda il campionato in ultima posizione non è per scarso valore, ma forse solo per scarsa volontà.