BRONTE: VIA PAVONE CHIUSA PER 90 GIORNI – M5S: “CHIEDIAMO NOTIZIE SULLA RACCOLTA FONDI PER I TERREMOTATI”

immagineVia Pavone chiusa al transito per circa 3 mesi: la Snam deve scavare per realizzare un metanodotto ed il Comune una nuova condotta idrica. A darcene notizia è il sindaco, Graziano Calanna: “Proprio così. – esordisce – Via Pavone è una strada dove da anni si formano falle nella rete idrica, con il Comune che in questo anno è stato costretto ad effettuare diversi è costosi lavori tampone. Un problema che, in passato, non è mai stato risolto, cui adesso finalmente poniamo rimedio. Grazie alla collaborazione della società che per conto della Snam effettuerà i lavori della posa del metanodotto, il Comune con pochissimi fondi riuscirà a sostituire l’intera condotta. L’assessore Nuccio Biuso è già al lavoro. Ci scusiamo con gli automobilisti che per 90 giorni non potranno percorrere la strada, ma abbiamo avuto assicurazione che sarà fatto in modo che i residenti o i proprietari possano raggiungere ugualmente case e poderi”. La strada si trova al confine con il quartiere Sciarotta e collega le strade provinciali 211 e 225. I lavori iniziano domani e dovranno concludersi in 90 giorni. Dopo di ché le tante falle nella rete idrica rimarranno solo un lontano ricordo.

M5S: “CHIEDIAMO NOTIZIE SULLA RACCOLTA FONDI PER I TERREMOTATI” – Il portavoce in Consiglio comunale del Movimento 5 stelle, Valeria Franco, ha interrogato l’Amministrazione comunale per ottenere informazioni sulla raccolta fondi tenutasi durante gli eventi previsti in programma per l’”Estate Brontese”. “Vorremmo venire a conoscenza dei  motivi del ritardo dell’apertura della cassa utilizzata per la raccolta dei fondi,  visto che il termine di scadenza coincideva con la chiusura dell’”Estate Brontese” – afferma Valeria Franco – ma soprattutto vorremmo conoscere al più presto l‘ammontare e quando questi soldi verranno spediti al destinatario. Attendiamo risposta nella speranza  che stavolta arrivi e che arrivi in tempi brevi”. “Nessun ritardo – ha replicato il sindaco Graziano Calanna – semmai la voglia di raccogliere il più possibile. La cassetta è rigorosamente custodita dalla Polizia municipale e verrà aperta a giorni”.