BRONTE: TUTTI IN PIAZZA PER LA TORTA AL PISTACCHIO – LE FOTO DI SABATO 4;

watermarked-IMG_6217La notizia vera è che a Bronte venerdì sera e ieri mattina non è caduta una sola goccia di pioggia. Il maltempo che per due giorni ha sferzato impietosamente la costa ionica ha solo sfiorato la città, risparmiando la XXV Sagra del pistacchio verde. Solo alle 17,30 di ieri un acquazzone ha bagnato la festa, ma dopo un’ora ha smesso e la Sagra si è rianimata. Venerdi sera la musica di Roy Paci ha riempito piazza Castiglione, anche se in tanti hanno rinunciato al viaggio verso Bronte, preoccupati dalla pioggia torrenziale caduta nei loro paesi. “Quando Roy Paci ha iniziato a cantare e a trascinare la folla – dice il vicesindaco Nunzio Saitta – nessuno si è più preoccupato del rischio pioggia. La serata è stata bellissima. Un momento di musica che Bronte ricorderà a lungo”. Stesso discorso ieri mattina. Stand aperti già alle 10. I turisti che hanno occupato tutti i posti negli alberghi di Bronte e dintorni pronti a seguire i tour turistici nelle chiese e sull’Etna, mentre ancora da Catania arrivavano notizie di una pioggia torrenziale. “Adesso capite – afferma il sindaco Pino Firrarello – perchè organizziamo la sagra in due settimane e forse sarebbe opportuno allungare le domeniche di sagra. L’autunno è bellissimo ma può riservare sorprese”. Comunque la città è ugualmente in festa e i brontesi hanno partecipato attivamente per arricchire il programma della Sagra. C’è chi come la signora Mariella ha fatto realizzare una collana con uno smeraldo a forma di pistacchio per metterlo all’asta e c’è chi ha promosso l’Unicef. C’è stato poi il concorso per la migliore torta e il miglior gelato al pistacchio, che ha attirato pasticceri da ogni dove e che il consigliere comunale Angelica Prestianni intende trasformare in un’iniziativa nazionale, organizzandola magari in un periodo diverso. Ventuno, infatti, i partecipanti, di cui 19 da tutta la Sicilia. A vincere il concorso della pasticceria è stato Antonio Stella di Caltanissetta, seguito da Tony Ruggeri di Catania e Tommaso Molata di Piazza Armerina. Un premio speciale è stato consegnato a Ferruccio Gueli di Paternò. Il miglior gelato invece lo ha realizzato Salvatore Miraglia di Caltanissetta, seguito da Gianluca Quaranta di Catania e Antonio Stella di Caltanissetta. Premio speciale a Massimo Caraci di Bronte. Oggi è la giornata della XXV Sagra del pistacchio di Bronte. Già alle 10 apriranno gli stand, fra le marce festose dei gruppi folclorisitici e gli spettacoli nelle varie piazze rese vivaci dall’animazione. Alle 17 la premiazione del concorso di pittura organizzato dalla Fidapa di Bronte e poi alle 18 il rullo dei tamburi degli sbandieratori darà il via alla degustazione della grande torta al pistacchio in piazza Castiglione, che quest’anno punta a superare ogni record. “Un modo per ringraziare i nostri visitatori – conclude il sindaco – che potranno rendersi conto di quanto buona sia la nostra torta al pistacchio verde di Bronte”.

Fonte “La Sicilia” del 05-10-2014