BRONTE, TROVATI IN AUTO UN FUCILE A CANNE MOZZE E 13 DOSI DI COCAINA: UN ARRESTO

fucileI Carabinieri della Compagnia di Randazzo hanno arrestato Sciacca Antonino, 65enne, di Bronte,  padre di Sciacca Vincenzo, classe 1976, già detenuto,  e ritenuto un elemento di spicco del clan mafioso catanese “Mazzei”. Ieri pomeriggio, i militari, a conclusione di attività info-investigativa, hanno proceduto ad una perquisizione in un terreno di proprietà dell’uomo estendendola anche alla sua auto, una Mercedes Classe E, dove hanno rinvenuto, occultati sotto il sedile posteriore, una doppietta a canne mozze calibro 12, con matricola abrasa ed armato con 2 cartucce, ulteriori 5 cartucce dello stesso calibro e 13 dosi di cocaina, per un peso complessivo di 10 grammi, il tutto sottoposto a sequestro. Il fucile, in buono stato d’uso, sarà inviato al Reparto Investigazioni Scientifiche di Messina per gli accertamenti tecnico-balistici del caso e per stabilire se lo stesso sia stato utilizzato in eventi criminosi. L’arrestato, che dovrà rispondere dei reati di detenzione illecita di arma clandestina e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, è stato associato nel carcere di Piazza Lanza, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

thumbnail_SCIACCA  ANTONINO 11.06.51