BRONTE: SISTEMATO IL PASSAGGIO A LIVELLO; RANDAZZO: INCIDENTE LIEVE

0

E’ tornato a funzionare il nuovo passaggio a livello della Fce sulla strada rurale che collega Bronte alla contrada Cipollazzo. Domenica sera, infatti, le barriere si erano bloccate, impedendo ad un nutrito gruppo di proprietari terrieri che avevano trascorso la domenica nelle loro campagne, di ritornare e costringendo ad un duro lavoro gli operai della Ferrovia, che per tutta la notte sono stati impegnati per fare funzionare nuovamente le barriere e consentire ai treni, ieri mattina, di passare in sicurezza: «Desidero ringraziare – ha affermato il commissario governativo della Fce, Gaetano Tafuri – le istituzioni con in testa la Prefettura ed i nostri tecnici che si sono duramente impegnati per riportare tutto alla normalità. Ringraziamo anche gli automobilisti per la pazienza e la comprensione che hanno dimostrato per quanto accaduto. Si è trattato di un episodio raro quanto imprevedibile, ma già stiamo lavorando affinché non si verifichi più lungo la linea». Poi Tafuri assicura: «Desidero tranquillizzare utenti e automobilisti circa la sicurezza della nostra linea. In casi del genere, infatti, scatta una procedura a garanzia di tutti, per cui tutto il nostro personale, con in prima linea i conducenti dei mezzi, sono avvertiti degli eventuali inconvenienti lungo il percorso, permettendogli di prendere tutte le precauzioni necessarie».

Gaetano Guidotto Fonte “La Sicilia” del 20-01-2009

RANDAZZO Scontro tra auto: donna ferita

Scontro frontale, domenica sera, fra due auto in pieno centro, a Randazzo, fortunatamente senza feriti gravi. Secondo la ricostruzione fornita dai carabinieri, intorno alle 20,30 in via Bonaventura, una Hyunday Coupè che viaggiava in direzione di Linguaglossa con a bordo 4 persone di Randazzo, affrontando la curva all’incrocio con la Ss 116, ha invaso la corsia opposta proprio quando sopraggiungeva una Mercedes Classe A condotta da una donna di 23 anni, anch’ella di Randazzo. L’urto è stato terribile, ma solo la donna è stata ricoverata in ospedale a Bronte, dove i medici hanno riscontrato un trauma cervicale guaribile in 10 giorni.

Gaetano Guidotto Fonte “La Sicilia” del 20-01-2009