BRONTE: PUNTO NASCITA, COMMISSIONE AD HOC

ossssspppIl Comune di Bronte raddoppia gli impegni affinché a marzo il Punto nascite dell’ospedale Castiglione Prestianni riapra potenziato nel personale e nella strumentazione, esattamente come chiede il Ministero della Salute. Il Consiglio comunale, guidato dal presidente Nino Galati, su proposta del consigliere Salvatore Calamucci, ha nominato una commissione straordinaria interna, chiamata a vigilare sui problemi della Sanità locale. All’inizio dei lavori breve dibattito per stabilire i criteri di scelta dei componenti. Se il consigliere Valeria Franco, infatti, inizialmente si è candidata a farne a parte, ed il consigliere Salvino Luca ha proposto di creare una commissione solo con tre componenti, alla fine l’assemblea consiliare ha accettato il criterio espresso dal consigliere Angelica Catania, che ha proposto di formare la commissione con un rappresentante per ogni gruppo consiliare. Così alla fine sono stati scelti i consiglieri Gaetano Messina del Pd, Salvino Luca del Gruppo misto, Salvatore Calamucci del gruppo Noi per Bronte, Angelica Prestianni del gruppo Bronte viva, Ernesto Di Francesco del gruppo Guardiamo avanti insieme, ed Angelica Catania dell’ Udc. Poi su proposta del consigliere Di Francesco è stato pure scelto il nome, ovvero “Commissione consiliare straordinaria sui problemi della Sanità locale”. “Alla neo commissione, – ha affermato il presidente Galati – rappresentativa di tutti i gruppi consiliari, auguro un buon lavoro. Ci darà più forza per salvaguardare il diritto alla salute dei nostro concittadini”. “Questo è un momento delicato per la salvaguardia dei diritti alla Salute dei residenti del territorio. – ha aggiunto il sindaco Graziano Calanna – Dopo la decisione del Ministero di salvare il Punto nascita del nostro ospedale solo se potenziato in appena 90 giorni di tempo, siamo tutti impegnati. Sul Punto nascita saremo inflessibili, ma diciamo anche che un ospedale completo ha bisogno anche delle altre Unità operative, come per esempio e non solo di un Pronto soccorso completo di personale, servizi  e strumentazione”. Intanto c’è attesa a Bronte per sapere se i concorsi pubblicati dall’Asp per assumere dirigenti medici andranno in porto come da programma. L.S. Fonte “La Sicilia” del 06-02-2016