BRONTE: PROVE TECNICHE DI DIFFERENZIATA

Prove pratiche a Bronte su come si effettua la raccolta differenziata secondo la nuova raccolta integrata dei rifiuti. L’assessore all’Ecologia e ambiente del Comune, Biagio Petralia e il presidente della Joniambiente Francesco Rubbino hanno organizzato un incontro nella sala consiliare con tutte le associazioni brontesi che aiuteranno il Comune e la società Ato Joniambiente nel difficile compito di spiegare ai cittadini il nuovo sistema. Non ci saranno, infatti, più cassonetti per le strade e bisognerà per forza fare la raccolta differenziata, con gli eventuali riluttanti che saranno prima aiutati e poi sanzionati. Per evitare ciò e fornire ai rappresentanti delle associazioni le nozioni necessarie ad aiutare i cittadini, l’assessore Petralia nella sala consiliare ha organizzato un incontro con Antonello Caruso, componente del Cda dell’Ato e il responsabile per la raccolta differenziata per la Joniambiente Nino Germanà che, dopo aver spiegato i nuovi metodi ha gettato fra lo stupore generale in mezzo alla sala consiliare un sacco di rifiuti. Cera di tutto: carta, cartone, plastica, rifiuti umidi e anche indifferenziabili che Germanà ha poi uno ad uno riposto negli appositi sacchetti colorati, spiegando dove vanno riposti i rifiuti. “All’inizio può sembrare difficile – ha affermato Germanà – ma poi sarà naturale”. “Fare la raccolta differenziata – ha affermato Petralia è un obbligo di legge e un dovere nei confronti dell’ambiente. A voi associazioni il compito di aiutare chi dopo l’inizio del nuovo servizio ha qualche difficoltà”.

Fonte “La Sicilia” del 27-10-2011