BRONTE, OSPEDALE: IN ARRIVO NUOVE AMBULANZE E PIU’ ORGANIZZAZIONE NEI REPARTI

Mantiene la parola data al presidente del comitato a difesa dell’ospedale di Bronte e di Cittadinanzattiva, Biagio Venia, il direttore dell’Asp 3 Catania, Giuseppe Giammanco, dopo l’incontro avuto nei giorni scorsi nel suo ufficio di Catania, per discutere di diversi problemi del nosocomio brontese. Il dott. Giammanco, accompagnato dal dott. Franco Luca e dall’ing. Salvo Buccheri, ieri mattina ha effettuato un lungo sopralluogo nei locali dell’ospedale di Bronte. Diversi i problemi affrontati, con priorità per l’acquisto di ambulanze, di cui almeno una da destinare a Bronte. Nei giorni scorsi, una delle ambulanze in servizio a Bronte (mezzi con quasi vent’anni di onorata “carriera” alle spalle) ha avuto un grosso problema tecnico e il presidio è rimasto con un solo mezzo in servizio, vecchio e poco affidabile. Il direttore, ricevuta la segnalazione, ha subito dato la disponibilità all’acquisto di nuovi mezzi, predisponendo tutto il necessario per procedere alla gara di appalto. La visita è anche servita a rendersi conto del funzionamento di alcuni reparti, che a breve potrebbero subire delle piccole variazioni per portare dei miglioramenti logistici, in attesa che riprendano e si concludano i lavori ormai fermi da tempo. Infatti, alcuni locali recentemente ristrutturati, sono momentaneamente chiusi o poco utilizzati, e presto potrebbero essere destinati a servizi che attualmente l’ospedale eroga e che funzionano bene. Con il recente arrivo dei nuovi responsabili di Ostetricia e Ginecologia e di Chirurgia, l’ospedale ha avuto un effettivo miglioramento di alcuni servizi ed a breve potrebbe averne altri. «Ringrazio il dottor Giammanco per la disponibilità ad ascoltare e constatare le nostre segnalazioni – dichiara Biagio Venia – in primis il problema ambulanze e quelle di alcuni reparti con pochi posti disponibili nonostante il gran numero di prestazioni. Anche il problema parcheggi e viabilità è stato attenzionato e a breve speriamo di dare risposte concrete ai cittadini». LUIGI SAITTA Fonte “La Sicilia” del 07-09-2017