BRONTE: NIENTE BOTTI PER CAPODANNO

Niente “botti” per capodanno a Bronte. Il sindaco, Pino Firrarello, visti i risultati positivi registrati durante lo scorso Capodanno, anche quest’anno ha firmato un’ordinanza che vieta la “vendita e l’uso di petardi e oggetti esplodenti di ogni genere e categoria durante i festeggiamenti di questo fine anno e del carnevale 2010”. Il provvedimento sindacale è possibile grazie ad una legge approvata dal Parlamento che consente ai Sindaci di adottare misure per prevenire ed eliminare gravi pericoli all’incolumità pubblica e la sicurezza urbana. “Lo scorso anno – ci dice il sindaco Firrarello – abbiamo adottato questo provvedimento per evitare che soprattutto i ragazzi corressero rischi. In passato, infatti, diverse persone sono state costrette a ricorrere alle cure dei medici dell’ospedale, perché ferite dall’esplosione. Certi petardi, infatti, all’apparenza sembrano innocui, ma se legati tra loro per aumentarne l’effetto diventano pericolosi. Per questo – conclude – ci è sembrato necessario emanare anche quest’anno questo provvedimento con tingibile ed urgente a salvaguardia delle persone”. “Visti – ha aggiunto l’assessore Luigi Putrino che ha sostenuto l’ordinanza – i risultati conseguiti durante lo scorso periodo delle festività natalizie grazie all’impegno profuso dalle forze di Polizia ed all’attività di informazione e prevenzione della Polizia municipale, non ci si poteva sottrarre dal reiterare questo strumento, rivelatosi utile a salvaguardare l’incolumità delle persone. Ringrazio – conclude Putrino – i commercianti per la sensibilità dimostrata, certo della loro collaborazione anche durante queste feste”. L’ordinanza è stata anche trasmessa al Prefetto di Catania ed a tutte le forze di Polizia che operano sul territorio, con il comandante della Polizia Municipale di Bronte, Salvatore Tirendi, che ha dato mandato al tenente Eugenio Messina ed all’ispettore Nunzio Meli del settore commercio a svolgere le attività di informazione presso le attività commerciali. Al tenente Giuseppe Saitta ed all’ispettore Salvatore Leonardi, invece, il compito di vigilare affinché l’ordinanza venga rispettata, compito comunque affidato all’intero Corpo di Polizia municipale.   

L’Addetto stampa Gaetano Guidotto