BRONTE: FESTA CON GLI ELETTORI «La mia Provincia non sarà solo scuole e viabilità»

0

Non solo Bronte ha festeggiato il neo presidente della Provincia regionale di Catania, on. Giuseppe Castiglione. Alla festa organizzata dal Pdl nella città del pistacchio, infatti, oltre al sindaco padrone di casa. sen. Pino Firrarello, hanno partecipato l’on. Pippo Limoli, il sindaco di Aci Castello, avv. Silvia Raimondo, e il primo cittadino di Trecastagni, Pippo Messina, anch’egli reduce dalla vittoria alle elezioni amministrative. Erano presenti anche tantissimi giovani che, venuti per assistere allo spettacolo presentato alla grande da Salvo La Rosa, hanno colto l’occasione per applaudire il neo presidente della Provincia. «Avevamo immaginato questa festa in chiusura della campagna elettorale – ha detto Castiglione – Purtroppo allora i tristi eventi di Mineo ci hanno convinto sulla necessità di dover riflette­re nell’immediato sul problema della sicurezza sul posto di lavoro e di rinviare la festa, che co­munque andava fatta anche per ritrovarsi con i tanti amici che non hanno fatto mancare il loro appoggio e ringraziare tutti per il risultato eletto­rale». Poi il presidente Castiglione si è soffermato sul risultato elettorale, che ha certamente premiato la coalizione ma anche il suo impegno in qualità di parlamentare europeo, e su come immagina la sua Provincia. «La Provincia che piace a me – ha continuato non deve occuparsi soltanto di viabilità e scuole, ma deve recitare un ruolo di primo piano nell’im­piego delle risorse comunitarie, deve investire sui servizi, deve occuparsi di acqua, rifiuti e soprat­tutto di riqualificazione ambientale. Le risorse co­munitarie previste nella programmazione 2007 – ­2013 – ha continuato – premieranno i progetti va­lidi e necessari per lo sviluppo ed è giusto quin­di redigere un documento unico provinciale che stabilisca le giuste priorità». Il senatore Firrarello ne ha approfittato per in­vitare tutti ad assistere agli spettacoli estivi nel Castello Nelson. Bella comunque tutta la festa, che è stata carat­terizzata dalle esibizioni di Carlo Kaneba, dell’or­chestra «La musica nel tempo» e con il concerto fi­nale di Paolo Meneguzzi.

L.S Fonte la sicilia 24-06-08