BRONTE: APERTURA SPORTELLO CAMERALE

0

E’ stato inaugurato al Comune di Bronte, il nuovo sportello camerale in grado di rilasciare ogni tipo di certificato, ad eccezione di quello antimafia, prerogativa esclusiva degli uffici catanesi. A richiedere il nuovo servizio a Bronte è stato il neo assessore al commercio Elio Daquino che qualche settimana fa ha inviato una lettera a Palazzo della Borsa a Catania, chiedendo la possibilità di “realizzare un progetto di collaborazione Comune- Camera di commercio che scaturisse nell’apertura dello sportello: “E’ così è stato – ha affermato Daquino – ringrazio il presidente ed il Consiglio della Camera di Commercio di Catania che hanno accolto la mia proposta. Insieme con il sindaco Firrarello abbiamo raggiunto un altro obiettivo importante, possibile anche grazie al decreto legislativo 15 del 93 ed alle direttive del ministro Frattini che permette ai Comuni di erogare questo servizio. Da sempre, – continua – e non solo i commercianti ma anche gli artigiani, lamentano il fatto di doversi rivolgere a commercialisti o agenzie per ottenere un semplice certificato. Adesso non sarà più cosi. Basta recarsi allo sportello del nostro Comune – conclude – ed ottenere in tempo reale la stessa documentazione”. Per i commercianti un bel risultato ottenuto anche grazie all’intervento del sindaco, sen. Pino Firrarello: “Al Comune di Bronte – ci dice Firrarello – abbiamo già aperto uno sportello dell’Agenzia delle entrate ed uno della Montepaschi. L’inaugurazione dello sportello camerale di conseguenza – conclude – altro non fa che incrementare i servizi offerti al territorio”. A gestire il nuovo servizio saranno gli impiegati comunali Carlo Scaravilli e Carmela Longhitano, coordinati dal dirigente Nino Ninio. Il Comune, inoltre rilasciando i certificati, avrà l’onere di riscuotere i diritti camerali che poi verserà alla sede centrale: “A tal proposito – aggiunge l’assessore al Bilancio Luigi Putrino – ho fatto inserire nel bilancio del Comune un’apposita voce sia in entrata sia in uscita, garantendo così la massima trasparenza”.

L’Ufficio Stampa