BRONTE: Altri dieci «occhi» sul centro storico

Bronte aumenta il numero di telecamere di videosorveglianza nel centro storico ed in alcune zone sensibili con l’intento di contrastare fenomeni di vandalismo e criminalità ed aumentare la sicurezza urbana. Questo l’esito del vertice organizzato dal sindaco Pino Firrarello e dall’assessore alla Polizia municipale Luigi Putrino alla presenza dei comandanti delle forze dell’ordine presenti a Bronte. All’incontro, infatti, hanno partecipato, oltre all’assessore Pippo Pecorino e al direttore generale Michelangelo Lo Monaco, il comandante della Stazione Carabinieri Roberto Caccamo, quello della Tenenza della Guardia di Finanza Carmelo Cicero, del Distaccamento della Guardia Forestale Vincenzo Crimi e della Polizia municipale Salvatore Tirendi. Con loro anche il capo dell’Ufficio tecnico, ing. Salvatore Caudullo e il geometra Francesco Messineo:  “Bronte non è come qualche centro del nord – afferma il sindaco – ma vive episodi di microcriminalità. Per questo nel tentativo di contrastare il fenomeno a seguito di un finanziamento stiamo bandendo una gara per istallare altre telecamente di videosorveglianza. L’incontro con le forze dell’ordine è servito ad individuare le zone sensibili della nostra cittadina che è necessario tenere sott’occhio”. “Le telecamere di questo progetto si uniranno a quelle già istallate per il controllo del traffico veicolare – ha aggiunto l’assessore Putrino – Al bando potranno partecipare solo aziende che abbiano il “Nulla osta di segretezza” affinché si abbia la massima tutela dei dati registrati”.  In pratica circa 10 telecamere saranno poste nel centro storico, nei luoghi maggiormente frequentati, nei parchi e nei pressi delle scuole. Le immagini saranno controllate direttamente dalle forze dell’ordine.

fonte la sicilia 12-05-09