PATTI: PROCESSO PER L’OPERAZIONE “SENZA TREGUA”, IMPUTATI DUE MANIACESI E UN ADRANITA

0

Incardinato presso il Tribunale di Patti il processo per l’operazione “Senza Tregua” contro i clan del Messinese dediti alle estorsioni ed al traffico di sostanze stupefacenti. Quattordici gli imputati e fra questi i maniacesi Sebastiano Galati Rando di 35 anni e Francesco Costanzo di 29 e l’adranita Vincenzo Rosano di 49 anni. Tutti e 3 furono arrestati il 29 maggio scorso, quando la Polizia del Commissariato di Capo d’Orlando e di Tortorici insieme alla Squadra Mobile di Messina pose fine alle attività di 2 presunti gruppi criminali, accusati uno di associazione mafiosa finalizzata all’estorsione e alla tentata estorsione, mentre l’altro di associazione a delinquere finalizzata al traffico e alla cessione di sostanze stupefacenti. Il collegio difensivo dei tre “catanesi” è composto dagli avvocati Samanta Lazzaro, Alessandro Ciarello Pruiti e Pietro Scarvaglieri. Durante la prima udienza si sono costituiti parte civile le associazioni “Obiettivo Legalità” e “Codici” solo per reati mafiosi. L’operazione “Senza tregua” portò alla luce le attività dei clan di Tortorici oggi alla sbarra. L.S. Fonte “La Sicilia” del 31-03-2017